Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sintomi Diabete, ecco i campanelli d’Allarme a cui prestare Attenzione

Diabete: ecco i sintomi principali. Scoprire di avere il diabete si può facilmente

di Redazione

15 Marzo 2014





Il diabete è annoverato fra le malattie sociali dei Paesi industrializzati. E’ suddiviso in diabete di tipo 1 e di tipo 2 o alimentare; quest’ultimo, soprattutto agli inizi, si presenta con sintomi poco precisi che spesso vengono sottovalutati. Il diabete, se trascurato, può provocare problemi importanti alla retina, alla vista ma anche ai reni.

Per scoprire se si è diabetici o se la glicemia è tendenzialmente alta è necessario effettuare delle analisi ematiche; poi, il medico valuterà la situazione, suggerendo eventuali approfondimenti e modificazioni dello stile di vita. Infatti, il diabete è strettamente collegato all’alimentazione, alla sedentarietà e ai chili di troppo. Il diabete, alla lunga, può essere la causa anche di problemi di concentrazione e di una visione disturbata e sfocata.



sintomi di questa patologia sono piuttosto numerosi e si differenziano fra diabete di tipo 1 e 2. I campanelli di allarme per il diabete di tipo 1 comprendono un incremento della minzione, ossia bisogno di andare a fare pipì, e una sensazione, inspiegabile, di sete, cioè polidipsia. Inoltre, bisogna prestare attenzione ad eventuali sbalzi d’umore, a dimagrimenti improvvisi e al calo del tono dell’umore.

Invece, i segnali da tenere sotto controllo per il diabete alimentare sono certamente meno espliciti e molto più vaghi. Fra questi rientrano il nervosismo e gli sbalzi d’umore.

Anche per il diabete, come per altre patologie, non bisogna dimenticare la predisposizione genetica infatti, se nella propria famiglia vi è un parente diabetico è piuttosto probabile che questa malattia sia stata ereditata. Ecco perchè è fondamentale svolgere, periodicamente, degli esami del sangue per controllare la glicemia.

I soggetti maggiormente predisposti al diabete sono coloro i quali hanno un stile di vita sedentario e non svolgono attività fisica; un ruolo fondamentale è svolto dall’alimentazione e dalla tendenza ad un consumo eccessivo di dolci e di alimenti troppo raffinati.

Inoltre, in particolari momenti della vita, come per esempio durante la gestazione e dopo i 50 anni, aumentano le possibilità di sviluppare questa patologia o di avere una glicemia tendenzialmente alta che, se trascurata, può avere risvolti piuttosto gravi.

Leggi anche

Seguici