Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Allarme Tubercolosi: 4 i Casi Accertati

4 i casi accertati, La prossima settimana previsti altri screening

di Valeria Bonora

07 Marzo 2014





Continuava a tossire ma pensava di avere l’influenza, ma quando la 17enne è arrivata al pronto soccorso, i medici hanno scoperto che si trattava di tubercolosi polmonare.

La studentessa ha risposto bene al trattamento con farmaci antitubercolari, ma trattandosi di una malattia infettiva il dipartimento di prevenzione dell’Usl 9 ha avviato le procedure di controllo trovando altre 3 persone infettate: il padre e il fratellino 11enne della ragazza e un compagno di scuola della 17enne.

La ragazza e il suo compagno di classe sono stati ricoverati al reparto di malattie infettive ma sono già stati dimessi, mentre il padre è in isolamento domiciliare e il piccolo invece si trova in isolamento presso la pediatria dell’ospedale.



Sono in tutto 29 le persone sottoposte a screening, i compagni di classe e i docenti della ragazza, che frequenta l’Isiss Fabio Besta di Treviso.

In tutto sono 8 le persone venute in contatto col batterio senza però sviluppare la malattia, e solo 4 di loro avranno bisogno di accertamenti.

Lunedì verranno estesi i controlli anche ai compagni di classe del ragazzino, che frequenta le elementari Pio X di Quinto di Treviso, mentre martedì saranno sottoposti a screening gli altri studenti del Besta.

L’Usl rassicura: «Si tratta di un caso di infezione significativo, ma i germi isolati finora rispondono tutti ai comuni farmaci antitubercolari delineando nei pazienti decorsi positivi».

A tracciare il quadro è il direttore sanitario dell’Azienda Ulss 9, Michele Tessarin, oggi all’ospedale Cà Foncello, insieme ai primari Giovanni Gallo (Dipartimento di Prevenzione), Giorgio Santelli (Pneumologia), Roberto Rigoli (Microbiologia) e Piergiorgio Scotton (Malattie Infettive).

[Fonte CorrieredelVeneto.it]

Leggi anche

Seguici