Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cibi troppo salati, ecco quelli da evitare per la salute

Il benessere corporeo passa imprescindibilmente da una alimentazione migliore, evitare i cibi troppo salati in questo caso è necessario.

di Redazione

07 Marzo 2014





Il sale è uno dei maggiori responsabili di patologie come l‘ipertensione arteriosa; il consumo eccessivo di sale, porta anche ad ulteriori scompensi che riguardano i reni e problemi cardiocircolatori.

Diminuire il consumo di sale è un imperativo valido non soltanto per tutti coloro i quali sono affetti da pressione alta ma anche per tutte le persone che desiderano mantenersi sane a lungo.

Oltre a ridurre l’impiego del sale come condimento, è necessario badare al sale nascosto, ossia a quello già presente nei cibi pronti . L’American heart association, ha stilato una lista di sei cibi considerati troppo ricchi di sale e quindi deleteri per le nostre arterie. L ‘Organizzazione mondiale della sanità consiglia di consumare, al massimo, 5 grammi al giorno di sale.

Secondo lo studio americano, fra i primi alimenti a contenere una percentuale troppo alta di sale, vi è il pane in particolare quello elaborato. In particolare, bisogna prestare attenzione ai prodotti conditi o arricchiti; anche le focacce, e i vari snack sostitutivi del pane presentano quote di sodio piuttosto alte, sino ad arrivare a sfiorare il 15% della quantità di sodio consigliata quotidianamente; è importante quindi acquistare prodotti semplici e preferibilmente non salati.



Molta attenzione va posta negli affettati e nei salumi; tradizionali o magri che siano gli insaccati sono ricchi di sodio, perciò il loro consumo deve essere limitato. Quando poi i salumi si abbinano al pane per creare i classici panini, il problema si raddoppia; infatti, il sale contenuto nel pane si somma a quello dei panini. A complicare ulteriormente il quadro, si aggiungono le varie salse.

La carne bianca è salutare e magra ma, bisogna limitare il consumo dei polli acquistati già cotti. Per renderli così appetitosi vengono conditi con dei mix composti da sale ed aromi, rendendoli pericolosi per la nostra salute. Se si desidera comprare del pollo pronto, è meglio prediligere altre cotture, in alternativa può essere preparato a casa, usando poco sale e abbondando con spezie, come il peperoncino.

Molto ricchi di sale anche i minestroni, le zuppe e le vellutate acquistate già pronte; i prodotti che si trovano in lattina o frigorizzati, spesso sono arricchiti con dadi. Il risultato è che il contenuto di sodio sia alle stelle, con gravi conseguenze per la nostra salute. I minestroni e tutte le altre preparazioni, si possono cucinare a casa, riducendo al massimo l’impiego del sale. Se desideriamo averne sempre una porzione pronta, possiamo preparane in più e poi surgelare l’avanzo. Per insaporire le minestre o le zuppe, sono ideali le spezie: il timo, il basilico ma anche il peperoncino e lo zenzero.

Anche la pizza, rientra fra gli alimenti più ricchi di sale; oltre ai condimenti, come salumi, acciughe o capperi, ad incidere parecchio è il sodio presente nell’impasto. L’unica soluzione per chi non intende rinunciare a questo goloso piacere del palato, è prepararla a casa, eliminando il sale e riducendo le farciture più salate. Al loro posto, si possono utilizzare verdure grigliate, pomodori freschi oppure frutti di mare come le cozze.

 

Leggi anche

Seguici