Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Effetti Collaterali degli Antibiotici, perchè usare i Probiotici

I probiotici aiutano tutto il sistema immunitario ed è importante assumerli.

di Valeria Bonora

31 Marzo 2014





effetti collaterali antibiotici

Durante una terapia antibiotica possono verificarsi spiacevoli effetti collaterali che generalmente coinvolgono l’ambito gastrointestinale causando, ad esempio, diarrea o nausea, questo perché gli antibiotici, è vero che abbattono i batteri che causano l’infezione, ma agiscono anche sui microrganismi che formano la flora intestinale.

In questo modo si viene a creare all’interno del colon, uno squilibrio dei microorganismi intestinali detto disbiosi o dismicrobismo intestinale.

E’ stato dimostrato nel corso di studi clinici che i probiotici possono proteggere la flora intestinale durante il trattamento antibiotico riducendo gli effetti collaterali e il danno causato alla flora stessa dagli antibiotici.

Poichè i probiotici sono microrganismi vivi, possono essere essi stessi bersaglio degli antibiotici: è quindi fondamentale verificare che i probiotici che si assumono in corso di terapia antibiotica siano antibioticoresistenti.

E’ inoltre importante prolungare il trattamento con probiotici per almeno una  settimana dopo il termine della terapia antibiotica per consentire il corretto ripristino della composizione della microflora intestinale.



I fermenti lattici che si trovano ad esempio negli yogurt, non arrivano vivi nell’intestino, ma vengono “uccisi” dagli acidi dello stomaco, e nell’intestino arriveranno sotto forma di enzimi lattici che non sono in grado di interagire con la flora intestinale. E’ questa la grande differenza tra farmaci probiotici e fermenti lattici.

Alcuni alimenti come lo yogurt vengono fortificati con dei probiotici, ma questi non hanno grandi effetti curativi sull’organismo, per avere questo tipo di benefici bisogna utilizzare prodotti alimentari che è possibile trovare solo in farmacia, come ad esempio l’Enterogermina.

Questi prodotti non vanno usati solo in concomitanza di antibiotici, ma ogni qualvolta l’equilibrio dell’intestino viene alterato. Freddo, eccessivo consumo di alcool, dieta sbilanciata, sono tutti fattori che mettono a rischio la flora intestinale. E un intestino mal funzionante può creare disturbi anche gravi perchè oltre a aiutare la digestione, l’assorbimento di vitamine e minerali, è una vera e propria barriera immunitaria.

Inoltre si stima che, solamente in Italia, siano circa 100.000 le persone che ogni giorno devono fare i conti con una malattia infiammatoria a livello intestinale, dalle patologie più gravi come la colite ulcerosa o il Morbo di Crohn, fino a quelle meno gravi come la sindrome dell’intestino irritabile (IBS). Gli studi hanno dimostrato come i probiotici siano utili ad alleviare questi disturbi.

I farmaci probiotici sono ottimi da usare anche nei bambini per rinforzare le loro difese immunitarie e in gravidanza o durante l’allattamento per  prevenire le infezioni del tratto uro-genitale come cistiti e vaginiti.

I farmaci probiotici si possono trovare in diversi formati, alcuni vanno conservati in frigo, altri no e possono anche venire somministrati in bevande calde come il latte dei bambini. Quando si sceglie un probiotico è importante che non abbia un sapore definito per poter essere aggiunto alle bevande senza alterarne il sapore e rendere così più facile l’assunzione anche per i più piccoli.

Leggi anche

Seguici