Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Dieta dei 2 giorni: Perdere peso restando a Dieta 2 giorni su 7

Dimagrire bene? Una dieta di 2 giorni può far tornare in forma bene ecco come

di Redazione

03 Marzo 2014

La dieta dei due giorni è un regime alimentare rivoluzionario che, oltre a favorire la perdita di peso, aiuta a prevenire l’invecchiamento e l’insorgenza di alcune malattie.

L’oncologo Toni Howell e la dottoressa Michelle Harvie, dell’Università di Manchester, hanno verificato che è meglio stare a dieta due giorni a settimana piuttosto che sette giorni su sette. Per arrivare a questa conclusione, i ricercatori hanno esaminato 115 volontarie che sono state suddivise in tre gruppi: il primo seguiva una dieta standard, il secondo mangiava sano per cinque giorni a settimana ma per due giorni doveva evitare i carboidrati mentre il terzo gruppo, oltre a dover seguire una dieta da 650 calorie, aveva due giorni in cui doveva stare a stecchetto.

I dati emersi dopo tre mesi hanno mostrato che le donne che avevano controllato l’alimentazione per due giorni erano dimagrite di più e non avevano ripreso i chili persi. Inoltre, questo esperimento è servito per imparare a seguire una dieta più sana ed equilibrata utile anche per ridurre il rischio di sviluppare tumori o altre malattie croniche.

Gli scienziati sono convinti che stare a dieta rigorosa per due giorni aiuti il corpo a perdere peso anche nei giorni successivi, rendendo il dimagrimento non solo duraturo ma anche più importante.

La dieta dei due giorni non si basa sul conteggio delle calorie ma semplicemente su un elenco di alimenti da preferire ad altri. Per esempio durante i due giorni bisogna evitare il pane e la pasta ma si possono consumare verdure, frutta, proteine e cereali integrali; durante queste quarantotto ore non bisogna bere alcolici, superalcolici e bevande zuccherate mentre sono concesse le tisane, il  e le spremute non zuccherate. Durante i restanti cinque giorni, i medici inglesi consigliano di seguire un’alimentazione variata e mai eccessiva; in particolare, bisogna preferire la dieta mediterranea che si caratterizza per un alto consumo di verdura, frutta e grassi vegetali buoni, come l’olio extra vergine d’oliva.

 

Seguici