Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Peperoncino benefici, è ricco di vitamine e difende dalle infezioni

Il peperoncino, un amico della salute che la natura ci mette a diposizione, che non dovrebbe mai mancare nelle cucine.

di Daniele Lisi

13 Febbraio 2014





PeperonciniIl peperoncino, ricco di vitamine e antiossidanti, è un vero amico della salute. Ha origini lontane, sia temporali che geografiche, visto che alcuni reperti archeologici ne certificano la presenza e l’utilizzo sin dal 5500 avanti Cristo, in Messico, ed è proprio da li che arriva, portato in Europa da Cristoforo Colombo.  Oggi è coltivato e largamente utilizzato in tutto il mondo e apprezzato non solo per il gusto che conferisce alle pietanze in cui è utilizzato, ma anche per le sue tante eccellenti proprietà che ne fanno, come detto in precedenza, un vero amico della salute. Lo si può utilizzare sia fresco che sott’olio, oppure essiccato o triturato, anche se consumandolo fresco, se ne apprezzano ancor più tutte le virtù.

Facilmente coltivabile anche sul balcone di casa, necessita solo di tanta acqua e di qualche piccola cura, ma ripaga tutte le attenzioni che gli verranno riservate con la sua bontà.  La credenza popolare lo accredita anche di proprietà afrodisiache, anche se non esistono evidenze scientifiche in tal senso, tuttavia il fatto di essere un vasodilatatore potrebbe giustificare questa sua fama.  Le sue maggiori doti sono le tante vitamine di cui è ricco, oltre al fatto di essere un antiossidante naturale e un antinfiammatorio eccellente, tanto da venir utilizzato nel passato anche per curare febbre, infiammazioni e malattie da raffreddamento.

Peperoncini secchiLa sapienza popolare che spesso utilizzava i prodotti della terra come coadiuvanti nella cura delle malattie, senza conoscere ovviamente le ragioni della loro efficacia, ma basandosi esclusivamente su quanto veniva tramandato da generazioni. Un po’ come quello che accadeva tra i Pellerossa americani che utilizzavano il muschio per curare le ferite, ben lungi dal sapere che in effetti si trattava di un antibiotico naturale, quello dal quale poi la ricerca scientifica estrasse e produsse i primi antibiotici della storia della medicina ufficiale.



La sostanza principale che determina la piccantezza, diciamo così, del peperoncino  è l’alcaloide capsaicina che, insieme ad altre 4 sostanze naturali correlate, chiamate collettivamente capsaicinoidi, conferiscono quel senso di bruciore che in effetti non è reale, nel senso che non si verifica un aumento della temperatura nella bocca, anche se poi i risultati possono essere altrettanto dolorosi se si eccede con il peperoncino. Infatti,  se assunto smodatamente, si possono determinare anche delle vesciche da ustioni, ma si tratta di una eventualità remota in quanto richiederebbe un utilizzo veramente eccessivo.

Dato per scontato un uso moderato del peperoncino nelle sua varie forme disponibili, i vantaggi sono diversi, salvo per coloro che soffrono di problemi gastrointestinali.  Ricchi di vitamine C, A, B2, E, PP e olii essenziali, ha molti benefici effetti sulla salute, sempre che lo si consumi con moderazione, con buon senso, visto che, come al solito, sono gli eccessi i maggiori responsabili dei danni alla salute. Il suo potere antiossidante, quindi la sua capacità di contrastare la formazione dei radicali liberi, i responsabili dell’invecchiamento cellulare, gli sono valse la fama di essere un eccellente antitumorale, e non solo, visto che grazie alla capsaicina, aumenta la secrezione gastrica a tutto vantaggio della digestione e del più rapido passaggio intestinale, evitando quindi la formazione di quei ristagni che sono anch’essi  tra i responsabili di vari acciacchi.

SpaghettiE ancora, grazie alle sua proprietà antibatteriche e antimicotiche, contribuisce a prevenire la fermentazione e quindi la formazione di gas intestinali e tossine, a tutto vantaggio della salute. Il peperoncino ha inoltre il pregio di dare una sveglia ad un metabolismo un po’ pigro oltre alla capacità di ridurre i livelli di insulina ematica, in particolar modo nelle ore immediatamente successive alla sua assunzione. Ecco quindi un altro amico della salute che la natura ci mette a diposizione che non dovrebbe mai mancare nelle cucine, purchè lo si usi con moderazione e buon senso.

Leggi anche

Seguici