Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come superare gli attacchi di Gelosia

La gelosia può anche diventare una sorta di malattia di coppia, come si possono superare gli attacchi? Come si può vivere una vita di coppia tranquilla?

di Redazione

07 Febbraio 2014





Tutti, chi più chi meno, abbiamo provato “attacchi” di gelosia. Ma cosa è la gelosia, questo sentimento che nasce dall’idea di poter perdere da un momento all’altro la cosa più cara che si possiede?

Troppo spesso la gelosia, spinta dall‘emotività, porta a compiere gesti eccessivi e conduce all’effetto contrario da noi desiderato: chi ci ama, chi ci è amico, ci abbandona. La gelosia,  la sindrome di Otelloè un sentimento direttamente collegato alla possessività, ossia nasce, come abbiamo detto, dalla possibilità di perdere qualcuno che riteniamo “nostro” e che nessuno deve avere. La gelosia riguarda entrambi i sessi e generalmente vi è un’ampia percentuale di persone che si dicono e sono gelose.

 Questo stato emotivo se esasperato può minare la serenità di chi la prova e delle persone che la circondano. In alcuni casi, può diventare una vera ossessione che spinge  ad intraprendere comportamenti sbagliati e lesivi.La persona gelosa è costantemente in uno stato di tensione. Tale condizione viene  determinata dalla presenza di un conflitto tra esternare i propri dubbi e pensieri o apparire esteriormente tranquillo.

La gelosia può essere determinata da avvenimenti accaduti in passato oppure da un senso di inferiorità ed insicurezza. Durante uno di questi attacchi si può manifestare uno stato generale di agitazione che comprende anche un aumento della sudorazione e della pressione arteriosa.



Per superare la gelosia bisogna intraprendere un percorso di crescita personale con l’aiuto del proprio partner e di un professionista. Soltanto in questo modo è possibile modificare gli atteggiamenti sbagliati, imparando quelli positivi utili per vivere in maniera più rilassata e serena. La gelosia si può curare e  questo stato emotivo deve essere superato con un adeguato trattamento psicologico e psicoterapeutico, ma anche con l’avere un’ampia fiducia nel partner e nel non assillarlo e non porlo in una conseguente situazione di inferiorità psicologica.

Gli attacchi di gelosia si combattono lavorando su sé stessi e sulla propria autostima, cercando di rafforzarla e di migliorarla. Per riuscirci, oltre a richiedere il supporto di un medico specializzato, è necessario focalizzare, maggiormente, l’attenzione su sé stessi e sulle proprie qualità. E’ opportuno riflettere sulle proprie capacità ed abilità, ponendosi anche degli obiettivi da raggiungere. Inoltre l’autostima si nutre anche curando l’aspetto fisico e l’immagine esteriore.

Quando il sentimento viene suscitato dal proprio partner a causa del comportamento tenuto, è fondamentale affrontare, con serenità, l’argomento cercando di trovare una soluzione che venga incontro ad entrambi.

Non di rado, quando si è gelosi si tende ad appartarsi e a vivere chiusi nel proprio guscio, intrattenendo pochissime relazioni interpersonali. Questo comportamento manifesta la paura, spesso irrazionale, di perdere il proprio partner. Per reagire a questa situazione bisogna chiedere il supporto della persona amata e cercare, a piccoli passi, di riconquistare una dimensione sociale ampia e soddisfacente.

Se invece il sentimento è dettato dalla voglia di esclusività e di possesso bisogna capire che è impossibile appropriarsi di un individuo in maniera completa; quindi, diventa fondamentale lasciare al proprio partner degli spazi vitali utili anche per rinforzare la relazione.

Non si tratta di risolvere esclusivamente il problema della gelosia ma di affrontare il problema della fiducia nelle relazioni anche oltre l’amore e l’amicizia.

Leggi anche

Seguici