Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cibo biologico, gli Alimenti Bio fanno davvero bene?

Il biologico conviene, è senza alcun dubbio di qualità, purché si tratti di alimenti base e non inseriti in preparazioni complesse.

di Daniele Lisi

05 Febbraio 2014





BioCibo biologico, ormai è di moda, ma questi alimenti Bio fanno davvero bene? Dipende, è ovvio, perché una merendina qualsiasi, anche se fatta con alimenti bio, in cui tuttavia sono presenti grassi idrogenati, sicuramente non fa bene, anzi è del tutto sconsigliabile. Quindi tutto dipende da quali alimenti si prendono in considerazione.  Se si tratta di alimenti base, certamente bio  rappresentano un vantaggio per la salute e quindi sono assolutamente consigliabili, mentre se fanno parte di preparazioni complesse, allora dipende ovviamente dagli altri ingredienti presenti in tali preparazioni che, in tutti i casi, è sempre consigliabile evitare.

I prodotti bio sono quelli che garantiscono l’assenza di residui di sostanza chimiche, come appunto i pesticidi e altre sostanza, che provengono da terreni non soggetti a culture intensive e che proprio per questo sono più ricchi di sostanze antiossidanti, Sali minerali e vitamine. Si riconoscono facilmente perché sulla confezione fa bella mostra di sé il simbolo della fogliolina di basilico contornata dalle stelline della Cee. Ovviamente tra questi prodotto si annoverano anche quelli che provengono da coltivazioni su suoli certamente certificati e quindi non contaminati. Si tratta per lo più di alimenti base, come appunto frutta e verdura, ortaggi, frumento, mais, latte e quindi anche tutti i loro derivati, sempre che siano però privi di altre sostanze come i grassi idrogenati citati in precedenza.

Frutta e verduraNon bisogna quindi prendere mai in considerazione, e questo discorso vale anche a prescindere dagli alimenti biologici, quelli sulla cui etichetta compare la generica scritta grassi vegetali oppure oli vegetali, perché non è specificata appunto la tipologia di oli utilizzati. Infatti, potrebbe per esempio trattarsi di olio di palma che è più conveniente dal punto di vista economico, ma che è potenzialmente nocivo per la salute, in quanto ha una temperatura di fusione più bassa rispetto all’olio extra vergine di oliva e quindi potrebbe rilasciare sostanze nocive per la salute. Lo stesso discorso vale per l’olio di semi, per cui il consiglio è quello di utilizzare anche per le fritture, tipo di cottura in cui si raggiungono le temperature più elevate, l’olio di oliva.



Detto questo, è chiaro che gli alimenti biologici sono sicuramente più convenienti, dal punto di vista qualitativo, rispetto agli altri, ma sempre se si tratta di alimenti base e non di preparazioni complesse. La stessa farina doppio zero, anche se proveniente da coltivazioni biologiche, per il fatto di essere stata sottoposta ad una serie di lavorazioni complesse per renderla particolarmente raffinata,  perde buona parte dei suoi elementi di qualità, per cui non è certamente amica della salute. Tutto ciò che è sottoposto a lavorazione, come per esempio anche lo zucchero bianco raffinato, andrebbe evitato, proprio perché soggetto ad una serie di passaggi di lavorazione tali che, alla fine, di prodotto originale resta ben poco, con l’aggiunta però dei residui degli elementi utilizzati per la raffinazione stessa.

Il biologico è quindi consigliabile, ma con questi distinguo. I prodotti biologici si trovano regolarmente nei supermercati, solitamente in appositi scomparti dedicati a tali prodotti. In molte città italiane, soprattutto nelle grandi città, Biologicosono presenti anche negozi  gestiti da consorzi che vendono solo prodotti biologici, tuttavia si tratta di prodotti dal costo decisamente superiore alla media, anche se la loro qualità è certamente garantita, e in un periodo storico economico come quello che stiamo attraversando in questo momento,  i prodotti di alto costo non sono certamente alla portata di tutte le tasche, anzi di poche a dire il vero.

In definitiva si tratta di una scelta personale, ma soprattutto di saper scegliere.  I prodotti biologici sono certamente raccomandabili, ma sempre se acquistati come alimenti base, evitando quelli in lavorazioni complesse.

Leggi anche

Seguici