Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Il momento migliore per comprare un biglietto aereo

Secondo un economista giapponese, il momento migliore per acquistare un biglietto aereo è 8 settimane prima della partenza.

di Daniele Lisi

22 Gennaio 2014





Aereo in atterraggioRiuscire a trovare il momento migliore per comprare un biglietto aereo non è cosa semplice. Le tante offerte di voli a prezzi stracciati spesso hanno vita breve, solo 1-2 giorni se non addirittura qualche ora, mentre a volte sarebbe possibile comprare biglietti convenienti anche pochi giorni prima della partenza, ma si tratta di casi rari, di vere e proprie eccezioni. Del resto molto dipende dal volo e quindi dalla destinazione, dalle richieste e anche dal periodo dell’anno. Un conto è infatti trovare un biglietto conveniente per il periodo estivo o per le vacanze di Natale, tutt’altra cosa è per gli altri periodi dell’anno. Le compagnie aeree poi cercano sempre di riempire i voli, di avere sempre il minor numero di posti invenduti, e questo vale sia per le compagnie low cost che per  quelle che praticano prezzi un po’ più sostenuti.

Senza poi contare il periodo congiunturale che si sta attraversando, in particolar modo  in Italia che è il Paese più penalizzato dalla crisi, anche per colpa di una certa incapacità da parte di chi è alla guida del Paese di trovare le giuste contromisure che non siano solo una costante e perversa ricerca di sempre nuove forme di tassazione. Ne consegue che il periodo  di crisi si riflette anche sulle compagnie aeree, anche su quelle low cost, costrette come sono a far quadrare i conti, il solo modo per evitare di dover chiudere anzi tempo i battenti.

EasyjetTuttavia, a parte queste considerazioni, sembrerebbe che un modo per stabilire quale sia il momento migliore per compare un biglietto aereo esista,  e potrebbe essere individuato grazie ad una formula matematica messa a punto da Makoto Watanabe, un economista giapponese che insegna presso l’Università Carlo III di Madrid.  Secondo quanto afferma l’economista  nipponico, il momento migliore per acquistare un biglietto aereo è 8 settimane prima della partenza, momento in cui le compagnie offrono per lo più i prezzi più convenienti.



Infatti, esse cercano di incentivare l’acquisto con un certo anticipo proprio per cercare di programmare anche la loro attività operativa,  in modo da poter valutare anche se voli per la stessa destinazione previsti per lo stesso giorno  debbano o meno essere annullati per una insufficiente richiesta. I prezzi bassi si possono praticare solo se il volo risulta quasi completamente esaurito, altrimenti c’è il rischio che la compagnia possa subire una perdita economica anche rilevante e, fin quando si tratta di una evenienza del tutto eccezionale, poco importa, la perdita viene rapidamente recuperata, cosa che invece sarebbe impossibile se tali condizioni fossero più frequenti.

Dal canto loro gli utenti, nella fattispecie coloro che devono prenotare un viaggio, preferiscono non farlo con eccessivo anticipo, proprio per evitare il rischio che un inconveniente qualsiasi li costringa a cambiare giorno o orario di partenza con conseguente esborso economico aggiuntivo. Otto settimane sembra quindi essere il tempo medio ottimale, sia per i passeggeri  che per le compagnie aeree. Secondo l’economista giapponese, i biglietto poi costerebbero meno il pomeriggio rispetto al mattino, in quanto le compagnie aeree ritengono che chi si sposta per lavoro acquisti il biglietto al mattino, dall’ufficio, mentre invece durante il pomeriggio, ad acquistare i biglietti online sarebbero coloro che viaggiano per diletto.

Ovviamente vi sono anche casi diversi, come per esempio accade negli USA Ryanairdove è possibile  trovare un biglietto a prezzo stracciato, come suol dirsi, anche 2-3 ore prima della partenza, proprio perché quel determinato volo fa registrare ancora un certo numero di biglietti invenduti.  Chi ha quindi necessità o intenzione di programmare un viaggio all’estero, quale che ne sia la motivazione,  consideri che il momento più propizio è 8 settimane prima della partenza, mentre il costo del biglietto è praticamente triplicato se ci si riduce a sole 2 settimane di anticipo.

Leggi anche

Seguici