Questo sito contribuisce
all'audience di

 

I Prodotti Cosmetici che Dovete Assolutamente Evitare, Sono Solo Dannosi

Quando comprate un sapone, una crema o uno shampoo assicuratevi che non contenga...

di Valeria Bonora

15 Gennaio 2014






Prodotti dannosi per la salute non sono solo le sottomarche o quelli venduti dai “cinesi” colpevoli di aver avvelenato mezza Italia grazie ad una politica di terrorismo mediatico…. guardiamo tra gli scaffali dei nostri amati supermercati o negozi sottocasa, guardiamo tra i prodotti italiani e leggiamo l’etichetta: PETROLATI, SILICONI, CERE e chi più ne ha, più ne metta!!!

Volete le marche? Certo certo ci arriviamo anche a questo ma prima vediamo perchè questi prodotti sono così dannosi e terribili per la nostra salute….

I derivati dal petrolio, ovvero i petrolati, li troviamo sulle etichette dei prodotti col nome di  Mineral oil, Petrolatum, Paraffinum liquidum, Cera microcristallina, Vaselina, Paraffina, Microcrystalline Wax. Metre i siliconi li troviamo con il nome di Dimethicone, Cyclomethicone, Ciclopentasiloxane.

Questi ultimi sono i più subdoli perchè rivestono la pelle con uno strato di silicone che non permette alla pelle di respirare ma la rende setosa e morbida…. pura illusione visto che il silicone renderebbe setoso pure un paio di jeans….

Vediamo questa classifica:

Creme alla paraffina e siliconi.

Non idratano, creano una sensazione fittizia di idratazione e setosità della pelle, ma è il silicone ad essere setoso, non la nostra pelle. Essa in realtà è secca e arida, oppure impura e lucida occlusa dai siliconi e dai petrolati, questi ultimi sono cancerogeni di classe II oltre che comedogeni e fortemente inquinanti.

Cristalli liquidi ovvero i semi di lino per capelli.

Forse non tutti sanno che non contengono solo olio di semi di lino ma anche una grande quantità di silicone puro che fa apparire i capelli lucidi ma in realtà è solo un effetto momentaneo, una “maschera” che nasconde la reale condizione dei capelli: disidratati, secchi e sfibrati. Oltretutto i capelli si sporcano velocemente, appaiono grassi e unti alla radice e secchi alle punte, difatti un’altra conseguenza dei siliconi sono le fastidiosissime doppie punte.

Shampoo commerciali.


Sono prodotti troppo aggressivi perchè contengono molto sale e tensiottivi aggressivi che seccano tantissimo i capelli, causando prurito e irritazioni, talvolta forfora!! Inoltre tra i primi ingredienti contengono dimethicone, e altri ingredienti allergizzanti e dannosi che rilasciano formaldeide, che è scientificamente provato sia cancerogena.

Il burrocacao a base di cera microcristallina e paraffinum liquidum

Petrolato puro sulle nostre labbra che può essere perfino ingerito. Usando burrocacao con paraffina si avranno labbra sempre più screpolate e secche, punti neri e brufoli. Il burrocacao con paraffina crea dipendenza, più lo usi più si seccano le labbra più continui ad usarlo.

Olio per bambini.

Fate attenzione e leggete molto attentamente l’etichetta, spesso si tratta solo solo ed esclusivamente paraffina liquida, è un derivato del petrolio nudo e crudo. Questo tipo di prodotto non fa altro che seccare la pelle, causare brufoli, irritazioni e punti neri.

Se non ci credete controllate voi stessi l’INCI di ogni prodotto: dove per INCI (International Nomenclature of Cosmetic Ingredients) si intende la denominazione internazionale utilizzata per indicare in etichetta i diversi ingredienti del prodotto cosmeticoe dal 1997 è obbligatorio che ogni cosmetico immesso sul mercato riporti sulla confezione l’elenco degli ingredienti in esso contenuti usando la denominazione INCI, scritti in ordine decrescente di concentrazione al momento della loro incorporazione.

Al primo posto si indica l’ingrediente contenuto in percentuale più alta, a seguire gli altri, fino a quello contenuto in percentuale più bassa. Al di sotto dell’1% gli ingredienti possono essere indicati in ordine sparso.

Per esempio se il prodotto che state esaminando ha come primo ingrediente paraffinum liquidum, poi un po’ di legante come un derivato dell’olio di palma e del profumo…. bhè non acquistatelo…

un altro trucco per leggere correttamente un’etichetta è controllarne i nomi latini, quando le sostanze sono elencate in etichetta mantenendo il loro nome latino, significa che esse sono state inserite nella formulazione del prodotto tali e quali, senza subire modificazioni chimiche.

I nomi latini si riferiscono ad ingredienti botanici o presenti nella farmacopea.

Invece quando ci troviamo davanti denominazioni in lingua inglese o codici numerici dobbiamo prestare più attenzione, i codici numerici per esempio identificano i coloranti artificiali.

In generale sono da evitare:

1) Tensioattivi derivati dalla raffinazione del petrolio (Sodium laureth sulfate, Sodium lauryl sulfate, Ammoniun lauryl sulfate e altri).

2) Ingredienti derivati dal petrolio come Paraffinum Liquidum, PEG e PPG, Mineral Oil, Petrolatum

3) Ingredienti altamente inquinanti come EDTA, MEA, TEA, MIPA.

4) Ingredienti altamente allergizzanti o considerati come potenziali cessori di formaldeide: Triclosan e Imidazolidinyl urea, DMDM Hydantoin, Methylisothiazolinone e Methylchloroisothiazolinone.

5) Siliconi come Poliquaternium-80, Dimethicone e Amodimethicone.

 

Leggi anche

Seguici