Questo sito contribuisce
all'audience di

 

5 caratteristiche del tuo fisico svelano chi sei realmente

Secondo una serie di recenti ricerce, l'aspetto fisico rivela il carattere di una persona.

di Daniele Lisi

03 Gennaio 2014





Aspetto fisico5 caratteristiche del tuo fisico svelano chi sei realmente, quale è il tuo carattere, la tua personalità, il tuo animo. Alcune ricerche effettuate in diversi Paesi hanno cercato di scoprire quale rapporto esista tra aspetto fisico e personalità e, ovviamente,  le conferme non si sono fatte attendere. Secondo una ricerca effettuata presso la Washington University, coordinata dal dott. Nicholas S. Holtzman, sembra che una semplice analisi del volto sia in grado di rivelare il grado di cattiveria di ciascuno. La ricerca si è avvalsa della collaborazione volontaria di 81 soggetti, un numero un po’ esiguo in verità, ma comunque in grado di dare alcune risposte.

Secondo il dott. Nicholas S. Holtzman, i tratti somatici al pari del carattere, della personalità, sono caratteristiche che si ereditano e che quindi sono specifiche, per cui ad un certo tipo di volto corrisponde un carattere ben preciso. Del resto, se un viso è percepito come cattivo, se ha dei tratti somatici che lo identificano come poco raccomandabile, essendo visibile a tutti,  quella persona verrà trattata come una persona da evitare perché non ritenuta una persona degna di fiducia. Del resto sarà capitato a tutti di incontrare persone dall’aspetto poco raccomandabile. È anche vero il contrario, perché persone dalla faccia d’angelo si sono poi rivelate essere ben peggiori del loro aspetto.



AspettoUn’altra ricerca condotta dal dott. Andre Bejan presso la Duke University ha preso in esame l’ombelico. Secondo questa ricerca, la posizione dell’ombelico sembrerebbe essere determinante in ambito sportivo, perché da essa dipende in quale disciplina si è in grado di eccellere. Gli europei o comunque gli individui di estrazione europea hanno l’ombelico posizionato 1,8 cm più in basso rispetto alle persone di colore e questo fa si che i primi siano caratterizzati da una maggior lunghezza del tronco e i secondi da gambe più lunghe. Queste caratteristiche fanno si che i soggetti di colore siano più propensi nella corsa, mentre i bianchi nel nuoto, e in questo caso i fatti sembrano dare ragione alla ricerca.

Una ricerca condotta presso la St. Andrews University ha messo in relazione tratti somatici e comportamento. I risultati hanno evidenziato che i soggetti dotati di una fronte ampia sono più ambiziosi, cercano di massimizzare al meglio  non solo i propri interessi nel loro ambito sociale, ma nel momento in cui si accorgono che il benessere del gruppo cui appartengono  è messo in pericolo da un qualsiasi fattore esterno, sono pronti a sacrificarsi per cercare di rimettere le cose a posto. Stesso risultato per i soggetti caratterizzati da lineamenti più marcati.

Secondo uno studio condotto dai ricercatori della Northwestern University e pubblicato su Proceedings of the National Academy of Sciences,  il peso che si acquista nei primi mesi di vita determina quanto una persona potrà essere sessualmente attiva. I bambini  maschi, nella prima infanzia, producono tanto testosterone quasi quanto un adulto, ed è risultato che i bambini che nei Aspettoprimi anni dell’infanzia erano più alti e muscolosi , da adulti sono risultati essere più precoci e più attivi sessualmente.

Un’altra ricerca condotta presso il Kinsey Institute, le dimensioni dell’attributo maschile rivelano l’orientamento sessuale. Secondo tale ricerca, i maschi più dotati avrebbero tendenze omosessuali, al contrario dei meno dotati che invece avrebbero tendenze etero.  Secondo gli autori della ricerca le differenze dipendono dalla dose di ormoni cui è sottoposto il feto, anche se ovviamente vi possono essere altri fattori genetici che determinano le dimensioni dell’attrezzatura di piacere, per dirla come la diceva il buon Fantozzi.

Leggi anche

Seguici