Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Combattere l’Ipertensione: Innovativa Cura Risolve il Problema in 2 minuti

Un piccolo intervento di due minuti risolve il problema dell'ipertensione

di Valeria Bonora

04 Dicembre 2013






Sono 10.000 in Europa le persone che già si sono sottoposte a questo veloce intervento che sconfigge l’ipertensione arteriosa.

L’ipertensione è un problema per il cuore che viene sovraccaricato di lavoro. Chi soffre di ipertensione è a rischio di ictus, infarto del miocardioinsufficienza cardiaca, aneurismi delle arterie, malattia arteriosa periferica e anche di una malattia renale cronica.

Nel 2012 è stato scoperto che con un intervento di “denervazione” renale è possibile combattere questa malattia che affligge quasi un miliardo di persone nel mondo. Ma in cosa consiste questo intervento?



L’idea è quella di eliminare o meglio “interrompere” alcune fibre nervose che corrono intorno alle arterie dei reni, attraverso l’introduzione nell’arteria femorale di un elettrodo che raggiunge i vasi renali e con una temperatura di circa 70 gradi, riesce a “distruggere” le fibre nervose, lo stesso risultato si riesce ad ottenere sostituendo l’elettrodo con un trasduttore e si utilizzino gli ultrasuoni per distruggere le fibre. L’intervento dura circa due minuti.

In più di 584 pubblicazioni scientifiche sul tema della denervazione renale, viene spiegato come la pressione sanguigna aumenti in relazione ad un aumento delle stimolazioni del sistema nervoso dei reni o del cuore.

A parlare di questa tecnica è Sergio Papa, direttore della Diagnostica per immagini del Centro Diagnostico Italiano di Milano

 “Questa tecnica si è dimostrata efficace in oltre l’84% dei pazienti con ipertensione resistente ai farmaci. Ad oggi la denervazione renale è risultata sufficientemente sicura e i potenziali inconvenienti sono paragonabili a quelli di una convenzionale angiografia, e viene eseguita da cardiologi emodinamisti o radiologi interventisti”.

Altri studi evidenziano che la denervazione migliora anche altre patologie come scompenso di cuore, insulino resistenza, fibrillazione atriale, insufficienza renale cronica, sindrome dell’apnea del sonno, malattie coronariche e tachicardia ventricolare.

 

Leggi anche

Seguici