Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Pronto soccorso, cosa fare in caso di necessità

Pronto soccorso ecco cosa fare quando succede qualcosa. Prime basi per un soccorso sicuro

di Redazione

25 Novembre 2013





Nella vita di tutti i giorni capita frequentemente di avere a che fare con incidenti di vario tipo che, in alcuni casi, possono anche essere gravi.

Le norme di comportamento da adottare  per il pronto soccorso sono differenti in base al tipo di emergenza da affrontare. Il compito principale di chi effettua il primo soccorso è quello di avvertire il personale preposto, come il 118, evitando di spostare il ferito. Soprattutto in caso di gravi incidenti i danni non sono sempre visibili e bisogna evitare di far alzare o muovere la persona da soccorrere.

Il primo passo, come detto, è allertare i soccorsi, specificando con cura dove ci si trovi e quali siano le condizioni del ferito. Il personale medico o paramedico che gestisce l’emergenza telefonica effettua una serie precisa di domande volte a capire quale sia la situazione reale.



Quando le necessità sono meno gravi ed urgenti è comunque necessario mantenere la calma. In caso di tagli, dopo aver verificato che non si tratti di una ferita importante, è bene disinfettarla con un prodotto antisettico e poi proteggerla con una garza sterile o un cerotto.

E’ molto importante che nelle situazioni di necessità si stia molto attenti a non entrare in contatto, se non adeguatamente protetti, con il sangue del ferito per evitare possibili contagi.

In caso di svenimento è opportuno sistemare la persona supina, sollevando, delicatamente, le gambe. Inoltre, è bene allentare cinture, cravatte o altre capi di abbigliamento stretti. Fra i comportamenti da non effettuare rientra il fare ingerire bevande o fare alzare la vittima.

Per quanto riguarda un avvelenamento, i comportamenti da tenere sono differenti in base alla sostanza con la quale si è entrati in contatto. Lo stato di malessere può manifestarsi anche dopo 24 ore dall’ingestione del veleno; i sintomi più diffusi comprendono nausea, diarrea e dolori addominali. In caso di avvelenamento è fondamentale capire da cosa sia causato, in modo da rendere l’intervento più immediato.

Se si dovessero ingerire sostanze come la varechina, detersivi o altri prodotti chimici è indispensabile rivolgersi al personale medico . In questi casi non è indicato provocare il vomito perché la sostanza potrebbe creare ulteriori problemi, come gravi abrasioni al cavo orale o ad altri organi.

Leggi anche

Seguici