Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Il colesterolo alto: tutto quello che devi sapere

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il colesterolo è una sostanza che viene prodotta dal nostro corpo ma anche introdotta attraverso la dieta. Questa sostanza svolge alcune importanti funzioni ma, quando la sua quantità oltrepassa i limiti, può diventare pericoloso. L’ipercolesterolemia, nota anche come colesterolo alto, è una patologia che affligge soprattutto le ...

di Redazione TuttaSalute.net

30 Ottobre 2013





colesterolo hdl

Il colesterolo è una sostanza che viene prodotta dal nostro corpo ma anche introdotta attraverso la dieta.

Questa sostanza svolge alcune importanti funzioni ma, quando la sua quantità oltrepassa i limiti, può diventare pericoloso. L’ipercolesterolemia, nota anche come colesterolo alto, è una patologia che affligge soprattutto le popolazioni dei Paesi industrializzati. Si parla di colesterolo alto quando, negli adulti, supera la soglia di 200 mg per dL; per una corretta valutazione è importante conoscere anche il livello dei trigliceridi ma anche il valore del colesterolo buono, cioè quello HDL, e di quello cattivo, ossia LDL. Il colesterolo HDL svolge il ruolo di spazzino, spostando le placche verso il fegato invece quello LDL le fa depositare provocando la restrizione o l’occlusione della sezione arteriosa.

Inoltre, quando si ha il colesterolo alto è molto importante considerare l’indice di rischio; questo comprende l’età, l’eventuale ipertensione, il fumo e l’eventuale sovrappeso. La situazione deve essere analizzata del medico che deciderà quale tipo di cura seguire; oltre alla somministrazione di farmaci, è fondamentale correggere lo stile di vita e l’alimentazione. In genere, la terapia medica prevede l’impiego di statine che hanno il compito di limitare la produzione di colesterolo endogeno, ossia prodotto direttamente dall’organismo.



Il primo cambiamento utile per contrastare il colesterolo alto è abbandonare il vizio del fumo e stabilizzare la pressione arteriosa; per quest’ultima è importante limitare il consumo di cibi salati ed iniziare a praticare del movimento. Prima di svolgere qualsiasi attività fisica è molto importante eseguire una visita medico sportiva, in modo da assicurarsi di essere in buona salute.

Quando il colesterolo è alta vi è il rischio che si formino delle placche che poi ostruiscano, in parte, le vene provocando un minor afflusso di sangue con gravi conseguenze. Infatti, proprio queste placche, secondo la zona nella quale si depositano, possono causare l’ictus o l’ischemia. Nella dieta per il colesterolo alto, rivestono una grande importanza i fitosteroli vegetali, ossia delle sostanze naturali che contribuiscono a normalizzare i livelli di colesterolo. Questi si trovano nelle noci, nei legumi, nell’olio extra vergine d’oliva ed in alcuni prodotti industriali pronti all’uso.

Per prevenire e affrontare il colesterolo alto è importante curare la dieta, aumentando il consumo di frutta fresca e verdura e limitando quello di alcuni alimenti, soprattutto quelli ricchi di grassi saturi. Un ruolo fondamentale viene svolto dalle metodologie di cottura; sono da privilegiare quella al vapore, in umido, al cartoccio o al forno. Invece, è opportuno ridurre i fritti, gli alimenti preconfezionati, le impanature, le salse e i sughi che contengono troppi grassi.

Per tenere sotto controllo il colesterolo alto bisogna ridurre il consumo di sale, di frattaglie, di carne rossa e aumentando invece le portate a base di pesce, in particolare quello azzurro perché ricco di omega 3.

Leggi anche

Seguici