Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come sgonfiare la pancia, ecco la dieta del finocchio

La dieta del finocchio ecco come rimanere sgonfi con poca fatica

di Redazione

27 Ottobre 2013

sgonfiare la pancia

La dieta del finocchio è l’ideale per sgonfiare la pancia. In autunno, con l’arrivo dei primi freddi, questo saporito ortaggio inizia ad arrivare sul mercato e ad essere commercializzato. Il finocchio è ricco di virtù, possiede soltanto 9 calorie ogni 100 grammi ed è in grado di ridurre la fermentazione intestinale, facilitando la digestione. Il finocchio è ideale per depurarsi, regolarizzare l’intestino e sgonfiare la pancia. 

Come tutti  i regimi dietetici anche la dieta del finocchio non deve essere seguito per più di due settimane, onde evitare carenze nutrizionali. La dieta del finocchio non è adatta a chi soffre di intolleranze, di problemi all’intestino e di particolari malattie.

Questa speciale dieta permette di eliminare la ritenzione idrica, di appiattire la pancia e di perdere qualche chilo di troppo. I finocchi sono utili anche per combattere la stitichezza perché sono ricchi di fibre che, oltre a rendere più agevole l’evacuazione, limitano l’assorbimento dei grassi. Da sempre, questo ortaggio è stato consumato per placare gli stimoli della fame perchè è molto saziante ed aromatico; proprio il suo sapore delicato ma persistente è in grado di suscitare il senso di sazietà, evitando che si introducano altri cibi.

I risultati della dieta del finocchio per sgonfiare la pancia sono eccellenti: dopo due settimane si dimagrisce di circa due chili. Ecco come procedere.

La mattina si deve consumare un bicchiere di latte magro, non zuccherato, accompagnato da una porzione di biscotti o di muesli. A metà mattina lo spuntino prevede dei finocchi crudi e a pranzo una porzione di pasta o riso e circa 150 grammi di finocchi cotti senza grassi. A merenda un centrifugato e una tisana a base di semi di finocchio e a cena una porzione di carne o pesce magro e finocchi cotti o crudi, poco conditi. Durante le settimana di dieta bisogna alternare le fonti proteiche e bisogna introdurre anche la frutta di stagione, come arance, kiwi e mandarini.
Ogni giorno bisogna bere almeno un litro e mezzo di acqua ma, vanno bene anche il , le tisane drenanti e la camomilla; l’importante è che si tratti di bevande non zuccherate.

La dieta del finocchio prevede che questo ortaggio sia cucinato in modo leggero e senza condimenti; può essere bollito, cucinato al forno oppure in padella con pomodoro. In alternativa è ideale la cottura al vapore o quella al cartoccio. I finocchi possono anche essere consumati in insalata con altri prodotti invernali, come il radicchio e la cicoria; in alternativa possono essere centrifugati.

Questo ortaggio invernale è molto ricco di acqua e di potassio, quindi è ottimo per chi pratica sport o sta attraversando un periodo di fatica fisica e mentale; inoltre non contiene grassi.
La dieta del finocchio apporta non soltanto un dimagrimento ma aiuta l’organismo a depurarsi, eliminando le scorie e le tossine. E’ anche ideale per sgonfiare la pancia perché migliora la digestione e blocca i fenomeni di meteorismo, evitando quindi il gonfiore postprandiale; fra le sue proprietà vi sono anche quelle antispastiche. L’indice glicemico di questo ortaggio invernale è molto basso infatti, contiene pochissimi zuccheri ed è per questo che è indicato a tutti ed è una buona soluzione per chi desidera mantenersi in forma.

La dieta dovrebbe sempre essere abbinata a del movimento quotidiano che deve essere intrapreso sempre dopo una visita medico sportiva.

Seguici