Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Boom di Viagra tra gli under 25: giovani a rischio

Sono trascorsi 15 anni da quando il Viagra ha preso posto tra gli scaffali delle farmacie italiane, diventando il farmaco punto di riferimento per la cura dell’impotenza sessuale maschile. I dati che fanno riferimento alla diffusione della pillola blu in Italia sono alquanto sorprendenti: 6 milioni di compresse vendute ogni ...

di Redazione TuttaSalute.net

11 Ottobre 2013

Sono trascorsi 15 anni da quando il Viagra ha preso posto tra gli scaffali delle farmacie italiane, diventando il farmaco punto di riferimento per la cura dell’impotenza sessuale maschile. I dati che fanno riferimento alla diffusione della pillola blu in Italia sono alquanto sorprendenti: 6 milioni di compresse vendute ogni anno, circa quattro per ogni uomo di età superiore ai 40 anni. Ancora più inaspettato il dato secondo cui il consumo di Viagra stia aumentando anche tra gli adulti di età compresa tra i 25 e i 40 anni. Si sfata così il mito secondo cui la mitica pillola usata per curare l’impotenza sessuale (per approfondimenti sull’argomento consultare questo link vada a ruba esclusivamente tra soggetti di età non inferiore ai 40 o 50 anni.

Ma non finisce qui: alcune recenti statistiche mostrano chiaramente come il consumo di Viagra stia prendendo velocemente piede anche tra i giovanissimi di età compresa tra i 15 e i 25 anni. Una vera e propria caccia alle famose “pillole dell’amore”, di cui fanno parte anche farmaci quali Cialis e Levitra, un fenomeno dalla portata talmente sorprendente da indurre i medici a lanciare un preoccupato segnale d’allarme. Nonostante sia risaputo che il Viagra, se assunto nel giusto dosaggio, non comporti alcun rischio per la salute degli uomini, il fatto che giovanissimi con meno di 20 anni di età trovino sfogo nei medicinali per combattere le proprie paure e insicurezze a letto non è un dato confortante.

Il rischio non è tanto quello di minare le condizioni di salute di questi giovani quanto di legarli psicologicamente alla convinzione che per superare le proprie paure a letto non vi sia altra via di uscita se non quella di ricorrere ai medicinali per risultare sessualmente più prestanti e sicuri, creando in questo modo una vera e propria psicodipendenza. Trattandosi di ragazzi nell’età dell’adolescenza, o giù di lì, è assai più probabile che le proprie insicurezze a letto siano dettate da fattori psicologici piuttosto che fisici (disturbi al sistema cardiaco, ad esempio). In questo caso, una seduta dallo psicologo può essere assai più salutare e risolvere molti più problemi in un breve lasso di tempo.

Se ciò non dovesse bastare, rivedere il proprio stile di vita potrebbe essere un’ulteriore spinta verso il superamento delle proprie ansie e paure: via alcol e sigarette, sì ad una dieta equilibrata e ricca di cibi freschi, frutta e verdura. In caso di dubbi, una visita dal medico di fiducia sarebbe il modo migliore per porre fine ad ogni dubbio e verificare insieme a lui se sussistano tutte le condizioni per ricorrere al Viagra, o farmaci similari.

Leggi anche

Seguici