Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cosa fare se cadono i capelli in autunno

Autunno è tempo di castagna, cadono i capelli, servono ricostituenti e cure, ecco come avere una chioma perfetta

di Redazione

09 Ottobre 2013





Il cambio di stagione con la fine dell’estate e l’arrivo dell’autunno causano un aumento della perdita dei capelli. Si tratta di un fenomeno naturale che si ripete in concomitanza con la caduta delle foglie e dei frutti.

La salute della chioma è determinata dall’alimentazione, dalla frequenza dei lavaggi ma anche da styling più o meno aggressivi. Per mantenere i capelli in salute cercando di ridurre la loro caduta è fondamentale seguire una dieta equilibrata, ricca di ferro, sali minerali e proteine. Quindi semaforo verde per legumi, verdure fresche e frutta. La carne ed il pesce sono indispensabili per apportare la giusta quantità di  proteine e altri preziosi nutrienti; non bisogna dimenticare le uova, il miele, i cereali integrali e l’olio extra vergine d’oliva. Quest’ultimo è molto importante perché contiene grandi quantità di vitamina E ed A che è necessaria per la bellezza della pelle e dei capelli.



Durante l’autunno, quando i capelli appaiono deboli e sfibrati, si può procedere col fare alcuni impacchi nutrenti a base di ingredienti naturali; è possibile spalmare sui capelli un composto ottenuto lavorando dei tuorli d’uovo con olio extra vergine d’oliva e qualche goccia di limone.  In alternativa, si possono risciacquare con del succo di limone allungato con acqua oppure con dell’aceto di vino bianco se si desidera una chioma splendente e lucida. E’ ottimo anche l’olio di bardana che contribuisce ad ammorbidire la chioma , rendendola morbida e docile.

Per contrastare la caduta dei capelli è anche possibile acquistare alcuni integratori alimentari che sono stati pensati per rispondere a varie necessità. Inoltre, in commercio si trovano anche delle fiale specifiche utili per contrastare la caduta ma anche per stimolare i bulbi piliferi.

Periodicamente è bene far riposare la chioma, evitando di sottoporla a trattamenti impegnativi, come per esempio le tinture, la permanente o l’impiego di piastre e via dicendo. Bisognerebbe prestare attenzione anche al phon, cercando di prediligere temperature basse; quando è possibile, si potrebbe provare ad asciugare i capelli in maniera naturale.

Dopo la stagione estiva sarebbe opportuno eliminare le doppie punte e le parti più sfibrate con un taglio rigenerante.

Leggi anche

Seguici