Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Quanto deve durare il rapporto ideale a letto?

Un rapporto sessuale a letto ha una durata ideale? Come deve essere? quanto deve durare? Ecco qualche suggerimento carino

di Redazione

08 Ottobre 2013





Quanto deve durare il rapporto ideale a letto?Pur trattandosi di una questione molto personale, secondo una ricerca statunitense pubblicata sulla rivista scientifica “Journal of Sexual Medicine ” il tempo non dovrebbe superare i dieci minuti. Secondo lo studio prolungare eccessivamente il rapporto potrebbe risultare poco piacevole e forse addirittura troppo stancante.  Secondo un’altra indagine statunitense, il tempo massimo di un rapporto ideale si attesterebbe attorno ai sette minuti; il coito poi potrebbe anche essere prolungato ma non dovrebbe mai andare oltre ai 13 minuti.

I ricercatori sono convinti che la durata più opportuna di un atto sessuale non dovrebbe andare oltre i 13 minuti mentre, quella da ritenere insufficiente si attesta ai 3 minuti. Bisogna sempre sottolineare che si tratta di ricerche e studi generali che non considerano il tempo dei preliminari che, non per forza, devono essere svolti a letto. Infatti, prima di consumare il rapporto sessuale i due partner hanno bisogno di alcuni gesti che li preparino all’eccitazione. La fase dei preliminari è piuttosto ampia e spesso inizia molto prima di finire sotto le lenzuola.



Naturalmente si tratta di considerazioni generali, che non possono essere valide per la totalità delle persone, la durata del rapporto sessuale è un fatto prettamente soggettivo che risponde ad esigenze psicologiche e mentali difficilmente imbrigliabili in determinazioni standard.

Il vero segreto di un rapporto sessuale appagante non si misura in minuti quanto nella gioia di donare e ricevere e nell’unione di due corpi e due anime. Inutile poi sottolineare che il sesso non può essere ridotto ad una gara da vincere a suon di cronometro. Bisogna evitare che diventi più importante la durata della prestazione piuttosto che l’importanza di fare l’amore come modo per consolidare la coppia, trasmettere emozioni e gioia.

Insomma bisogna dire che fare l’amore non si può ridurre ad un tempo massimo e che non esistono prestazioni minime. Ogni coppia è differente e ogni partner ha delle necessità o delle abitudini differenti che, non per forza, devono rispondere a quanto stabilito dagli scienziati.

Leggi anche

Seguici