Questo sito contribuisce
all'audience di

 

I posti più pericolosi dove fare l’amore

Vi sono posti dove fare l’amore è decisamente sconsigliabile, anche se alcuni questi sono i preferiti

di Daniele Lisi

05 Ottobre 2013





Sesso al mareVi sono posti dove fare l’amore è decisamente sconsigliabile, anche se alcuni di questi possono essere considerati tradizionali. A volte si è spinti dalla necessità, o meglio, dal desiderio di fare qualcosa di diverso, sempre per non essere monotoni e  per evitare che il rapporto cominci ad essere solo un fatto rutinario, il solito tran tran dell’amore, si potrebbe dire. Si fa un gran parlare, anche giustamente, del fatto che l’amore deve essere vario, non può essere equiparato ad un film visto e rivisto che alla fine non interessa più, che quindi deve nutrirsi di novità, di passione rinnovata e anche di quel pizzico di adrenalina messa in circolo da una situazione particolarmente strana, anche pericolosa, ma sicuramente eccitante.

Se vogliamo, è in sostanza un po’ il famolo strano del film di Verdone, ovviamente con i suoi distinguo e con le giuste correzioni, perché non è pensabile farlo a 200 all’ora in autostrada come capitò ai personaggi interpretati da Verdone e dalla Gerini.  Certo, lo si può anche fare in auto in movimento, ma con una certa prudenza ed escludendo ovviamente le posizioni tradizionali, o quasi. Ma vediamo nello specifico quali sono i posti più pericolosi e quindi da evitare, quasi tutti alla fine per motivi di igiene.

Secondo  la classifica stilata da un cliccatissimo sito statunitense, al primo posto vi è l’aereo, e per tale ovviamente non si intende la carlinga dove sono seduti tutti i passeggeri, a meno che il volo non sia praticamente deserto, ma la toilette, che certamente è un posto poco raccomandabile perché frequentato da tutti i passeggeri e quindi abitato da un gran numero di piccolissimi abitanti, i germi  e i batteri. Il rischio di contaminazione è molto elevato, per cui è bene astenersi da performance del genere.



In macchinaAl secondo posto l’auto in movimento, perché anche se non si arriverebbe agli eccessi del film citato in precedenza, distrarsi nel momento topico è quasi inevitabile, e le conseguenze potrebbero essere drammatiche.
Al terzo posto la barca, ovviamente la barchetta e non il panfilo, per motivi di staticità, anche se poi è tanto romantico ed eccitante. Sapere di essere soli, in mezzo al mare,  con i gabbiani che ti sorvolano sbirciando di tanto in tanto, è una sensazione veramente unica, da provare. Bisogna tuttavia evitare equilibrismi e movimenti un po’ troppo esuberanti perché si potrebbe anche correre il rischio di ritrovarsi in acqua con la barca in testa e allora addio alla bella giornata.

Al cinema, sempre per motivi di igiene, perché le moderne poltrone imbottite sono inevitabilmente ricettacolo di germi e batteri, cosa che non accadeva invece con i vecchi sedili di una volta, in legno laccato, che erano si più scomodi, ma sotto l’aspetto della sicurezza igienica erano tutta un’altra cosa. Bastava mettersi nelle ultime file e, in buona compagnia di tante altre coppiette, si poteva dar fondo a tutte le effusioni possibili, senza nemmeno il rischio di essere visti o osservati perché tutti erano intenti a fare la stessa cosa.

In PiscinaIn piscina, altra location poco raccomandata sempre per i soliti batteri che proprio non vogliono saperne di farsi i fatti loro. La piscina, a meno che non si tratti di una privata frequentata solo dal padrone di casa, è ricettacolo di germi e batteri contro i quali spesso il cloro combatte una battaglia persa in partenza.
Al mare, sulla battigia, sempre per il solito motivo igienico, e in questo caso se vogliamo ancor peggiore, perché si tratta di colibatteri, personaggi agguerriti con i quali è bene non aver mai nulla a che fare. Eppure la spiaggia era e forse è ancora uno dei posti preferiti in estate dalle coppette desiderose di scambiarsi effusioni sotto un manto di stelle, di stare insieme, ed è un vero peccato che sia così poco raccomandabile.

Leggi anche

Seguici