Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come difendersi dall’influenza di stagione

Arriva il cambio di stagione arriva l'influenza ecco come difendersi e tenere alte le difese immunitarie

di Redazione

25 Settembre 2013





L’autunno è iniziato e presto aprirà le porte all’inverno, stagione che riserva malanni di stagione a volte fastidiosi e difficili da contrastare. Cosa fare e che sistemi adottare per difendersi dall’influenza?

Per difendersi dall’influenza, che ogni anno costringe a letto grandi parti della popolazione, è importante migliorare le difese immunitarie. Il contagio dei virus influenzali si previene anche osservando le norme igieniche di base, ad esempio avere cura di lavare spesso le mani con acqua calda e sapone. Questa norma è valida prima di mangiare e cucinare ma anche quando si torna da fuori e dopo aver tossito o  toccato dei fazzoletti utilizzati. Durante i periodi di “epidemia”, è consigliabile limitare la sosta in ambiente molto affollati dove il ricambio d’aria sia insufficiente come accade, per esempio, sugli autobus. A casa bisogna arieggiare spesso le stanze, anche quando la temperatura esterna è bassa; inoltre, sarebbe opportuno utilizzare degli umidificatori. Se le mani non sono pulite, bisogna evitare di portarle alla bocca, agli occhi e al naso.

E’ molto importante vestirsi a “cipolla” ossia a strati, in modo da potersi adattare alle varie temperature; quando si entra in un luogo riscaldato, è opportuno togliere il cappotto e la sciarpa per evitare di sudare. Durante le giornate più fredde, proteggiamo anche il capo e il naso, impiegando una sciarpa.

L’influenza si combatte seguendo un’alimentazione equilibrata, ricca di verdura e di frutta di stagione; arance, limoni, kiwi, crucifere, aglio e cipolle sono soltanto una parte degli alimenti che non dovrebbero mai mancare a tavola. Fondamentale è bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno perchè essere ben idratati facilita il lavoro del sistema immunitario.



Durante la stagione fredda è più che mai utile continuare a praticare movimento anche all’aria aperta; se non si può frequentare una palestra, si può optare per la piscina o per altri sport. L’allenamento migliora la capacità di reazione dell’organismo, contribuendo al benessere. Altrettanto importante è riuscire a dormire almeno sette ore per notte, questo tempo si allunga se si parla di bambini ed adolescenti.
Cercare di ridurre lo stress e l’affaticamento è molto importante perchè questi riducono, drasticamente, la capacità di reazione delle nostre difese immunitarie.

Quando compaiono i primi sintomi, sarebbe opportuno riposare, seguire una dieta leggera, ricca di frutta e di liquidi, come per esempio frullati, spremute e brodi; per ridurre il disagio, si possono utilizzare farmaci che abbassino la febbre e che facilitino l’espettorazione del muco. In alcuni casi si può ricorrere all’aerosol. Durante il periodo di indisposizione è importante umidificare l’aria e arieggiare la stanza; se in casa vi sono dei neonati o dei bambini piccoli, bisognerebbe cercare di limitare il contatto con la persona ammalata, onde ridurre il più possibile il rischio di contagio.

Per prevenire l’influenza si possono impiegare anche dei rimedi naturali in grado di rinforzare le difese immunitarie. Un esempio è il succo di aloe che si può acquistare sia in parafarmacia che in farmacia e la propoli; quest’ultima è indicata anche per il mal di gola. In commercio si trova sia in spray che in comode pastiglie ed è adatta anche ai più piccoli.
Durante il periodo autunnale che  segna l’arrivo dei primi virus parainfluenzali che lasciano il posto all’influenza di stagione, le fasce più deboli della popolazione, persone più anziane anni e bambini, hanno la possibilità di usufruire del vaccino stagionale.

Leggi anche

Seguici