Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Pancia piatta, ecco 8 cibi che non devono mancare in tavola

Non è necessario stravolgere il proprio regime alimentare, ma solo inserire nella dieta di tutti i giorni alcuni alimenti che non dovrebbero mai mancare in tavola.

di Daniele Lisi

09 Settembre 2013





Pancia piattaPancia piatta, non solo un problema di chili in più, ma anche di troppi gas intestinali che, il più delle volte, sono i veri responsabili del problema. In tutti i casi, quale che sia la causa, è sempre una corretta alimentazione la soluzione del disturbo, per cui è necessario mettere mano alla dieta di tutti i giorni e adottare le correzioni del caso per cercare di rimettere le cose a posto. Se il problema è solo la presenza di aria, la soluzione è certamente più facile e rapida, ma se si tratta di qualche chilo di troppo, è necessario un po’ di tempo perché nessuna dieta ha la bacchetta magica, anche se alcune assicurano di averla. Bisogna considerare che la massa grassa non dovrebbe superare il 20% del peso totale nella donna, e il 30% nell’uomo, ma spesso si va ben oltre ed è  allora che arrivano i problemi.

Non è necessario stravolgere completamente il proprio regime alimentare, basta soltanto eliminare tutti quegli alimenti che sono i veri responsabili dell’aumento del peso corporeo, come le solite merendine, snack, dolci e altro ancora, e ricordarsi poi di non far mai  mancare in tavola alcuni alimenti che sono dei veri toccasana, non solo per la salute, ma anche per il giro vita. E ancora, è necessario anche dedicare del tempo all’attività fisica, perché nessun regime alimentare, anche il più rigido, può fare granché senza una adeguata attività fisica di supporto. I pigri dovranno farsene una ragione e  decidere una buona volta cosa fare.



LegumiGli alimenti che non devono mai mancare in tavola non sono tanti, pochi ma buoni come si suol dire, per cui un adeguamento della dieta non sarà un eccessivo sacrificio, me semplicemente un cambio di abitudini, cosa che se vogliamo potrebbe anche aver regione della solita monotonia alimentare.
I legumi, innanzi tutto, un dono della natura, che possono sostituire egregiamente la carne che, oltre tutto dovrebbe essere consumata con estrema cautela. Sono ricchi di proteine, tanto da essere definiti dalla saggezza popolare la carne dei poveri, solo che la loro produzione non è fonte di inquinamento come invece avviene per gli allevamenti di bestiame. Sono buoni, non appesantiscono, e hanno il solo difetto di essere un po’ indigesti per alcuni soggetti, in quanto l’alta concentrazione di fibre potrebbe scatenare una produzione eccessiva di gas. La soluzione è semplice: basta privarli della pellicola che li ricopre e passarli, e il gioco è fatto.

Mandorle, noci e frutta secca, non salata. Tutta la frutta secca è ricca di grassi insaturi, una mano santa per il cuore e, quindi, per i soggetti cardiopatici, ma anche ricchi di vitamina E che è un potente antiossidante in grado di contrastare l’azione dei radicali liberi.
Verdura a foglia verde, e ovviamente anche ortaggi, questi ultimi da consumare preferibilmente cotti al vapore, altrimenti potrebbero fermentare e facilitare la produzione dei gas intestinali. Verdura e ortaggi contengono vitamine e Sali minerali, calcio, fosforo e potassio, tutti elementi indispensabili per la salute dell’organismo.

Latte e yogurt, la principale fonte di calcio, che non va assolutamente sottovalutata, così come i formaggi magri o a pasta dura. Tuttavia, non bisogna esagerare in quanto i derivati del latte sono una buona fonte di colesterolo.
Le uova, ottima fonte di proteine, ma poco indicate per chi ha problemi di colesterolo. Tuttavia, basta eliminare il tuorlo e utilizzate solo l’albume, ricco appunto di proteine, così da consumare la parte buona scartando quella che potrebbe rappresentare un problema per qualcuno.
Frutta seccaOlio extra vergine di oliva, da utilizzare come condimento ma anche nelle fritture. Si tratta di un grasso vegetale spremuto a freddo che quindi non perde le sue sostanze benefiche durante la lavorazione. Ricco di antiossidanti, contrasta l’azione dei radicali liberi.

Pane, cereali e pasta integrale, tutti carboidrati che contengono circa il 30% di calorie in meno rispetto a quelli tradizionali. Infine, mirtilli e frutti di bosco in generale, anche questi dotati di molte virtù e pochi difetti.

Leggi anche

Seguici