Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Il melone ricco di virtù ed ideale per le diete

Melone, un prezioso frutto d'estate. Ecco tutte le qualità preziose

di Redazione

10 Agosto 2013





Il melone è un frutto profumato e gustoso che si trova sia durante il periodo estivo che invernale. Il melone appartiene alla famiglie delle cucurbitacee e ve ne sono molto varietà; fra le più conosciute, quella detta retata, tipica della stagione calda. Questo profumato frutto viene coltivato in regioni con clima mite; i più grandi coltivatori europei sono gli italiani e gli spagnoli, seguiti poi dai francesi e dagli asiatici.

La polpa del melone è molto ricca di acqua, ecco perchè è un frutto rinfrescante e saziante. Proprio questa caratteristica lo rende adatto a chi desidera alimentarsi in maniera leggera senza eccedere con grassi e zuccheri. Per 100 grammi, il melone sviluppa circa 30 calorie; questo dato lo colloca fra i cibi estivi più indicati per mantenere il peso forma. Il melone ha pochi zuccheri ed è invece ricco di vitamina A, indispensabile per il benessere della pelle, e la cui presenza è testimoniata dal  colore arancione carico.

La polpa del melone ha un potere leggermente lassativo che, unito alla grande quantità di acqua, lo rende ideale per tutti compresi bambini e persone in là con l’età. E’ un frutto molto presente nei regimi ipocalorici perchè è saziante ma poco ricco di vitamine; inoltre, la sua versatilità lo rende ideale come spezza fame o golosa merenda.

Il melone ha un alto contenuto di vitamina C e B; contiene anche molto ferro utili per chi presenta stati di anemia e di affaticamento; è anche rinfrescante e ricco di fibre che favorisce l’attività intestinale aiutando chi soffre di stitichezza ma anche chi ha necessità di tenere sotto controllo il colesterolo.



La scarsità delle calorie e dei grassi, lo ha fatto diventare protagonista di alcune diete estive utili per sgonfiarsi e perdere qualche chilo di troppo. Questi regimi sfruttano le proprietà diuretiche e lassative e prevedono il consumo del melone a partire dalla colazione, sotto forma di frullati o di macedonia. Si prosegue consumando melone a metà mattina ma anche dopo pranzo e al pomeriggio come merenda; a cena, il melone si trasforma in un fine pasto leggero saziante che permette di evitare il ricorso a gelati o dolci più calorici.

Fra le virtù di questo frutto anche l’essere una buona fonte di sali minerali, come per esempio il fosforo ed il potassio che è un alleato della buona circolazione sanguigna. L’alto contenuto di calcio, lo rende ideale per prevenire e combattere l‘osteoporosi; la polpa del melone ha anche delle proprietà diuretiche e sgonfianti. Il melone viene anche impiegato in cosmetica, dove la sua polpa è utilizzata per realizzare prodotti rinfrescanti e lenitivi.

Al momento dell’acquisto, è bene privilegiare frutti non troppo acerbi; per sceglierlo è sufficiente avvicinare il naso e verificare se emana un profumo dolce e persistente. Per quanto riguarda la consistenza, questa non deve essere eccessivamente morbida, altrimenti il melone potrebbe rivelarsi troppo maturo. A casa può essere tenuto in frigorifero all’interno di una busta di carta poi sistemata nel reparto della frutta. Durante la scelta, è opportuno verificare che non presenti macchie e che la buccia sia soda.

In cucina può essere impiegato in moltissime preparazioni sia dolci che salate; può diventare un ingrediente di antipasti, saporite paste fredde e svariati dessert, come per esempio il gelato.

Leggi anche

Seguici