Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Diete a confronto, qual è la migliore?

Tra le tante diete, la più sana e convincente, resta sempre la Dieta Mediterranea, che tutto il mondo ci invidia.

di Daniele Lisi

02 Agosto 2013

Dieta mediterraneaDiete a confronto, qual è la migliore? La risposta, così di primo acchito, è abbastanza semplice, ovvero la mediterranea, che poi è la dieta che tutto il mondo ci invidia. Anche dopo un confronto un po’ più serrato, si potrebbe arrivare alla stessa conclusione, perché in fondo, la maggior parte delle diete, se non proprio tutte, di quelle che vanno per la maggiore e che sono seguite da un gran numero di persone, hanno dei lati oscuri, se così si può dire, hanno qualcosa che in sostanza non va bene. O troppo sbilanciate verso qualche gruppo di alimenti, o con troppe esclusioni, o con troppe controindicazioni, e questo è decisamente un fatto che dovrebbe far riflettere.

Per definizione, o meglio, secondo la stragrande maggioranza dei nutrizionisti, ma anche secondo il buon senso, la dieta migliore è quella che deve poter essere seguita da tutti, o quasi, eccezion fatta per i soggetti portatori di particolari patologie di una certa gravità. Ma non solo, una dieta, quale essa sia, deve essere anche accessibile senza particolari esclusioni, per cui una dieta che prevede alimenti particolari, o preparazioni da acquistare in farmacia, come ad esempio la Dieta a Zona, è già di per sé restrittiva in quanto esclude tutti quei soggetti che non possono affrontare  un esborso di denaro supplementare.

Stessa cosa per quanto riguarda l’esclusione di alcuni o troppi alimenti. Una dieta che si basa solo su di un limitato numero  di alimenti, quindi che offre Dieta Dukanpoche possibilità di scelta, come ad esempio accade con la dieta Ducan, almeno nelle prime due fasi, perché poi dalla terza in poi si allentano un po’ i cordoni della borsa, diciamo così,  è comunque una dieta non proprio alla portata di tutti, senza poi contare che le troppe esclusioni sono la causa più frequente dell’abbandono della dieta. E a poco vale il fatto che, per  cercare di rendere tale dieta il più popolare possibile il suo ideatore, che oltre tutto è stato radiato dall’Ordine dei Medici di Parigi, abbia pubblicato un libro di ricette specifiche per tale dieta, anche perché questo costringe il pubblico ad acquistare tale libro.

Senza contare poi che la Ducan, è una dieta basata in particolar modo su alimenti proteici,  quindi carne, pesce, uova a altro, e ormai è stato ampiamente dimostrato che un consumo eccessivo di carne rappresenta un serio rischio cancerogeno, tanto che l’OMS, Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda di consumarla con estrema cautela, non oltre le 4-5 volte al mese. Su questo i Ducani, se così vogliamo dire, non saranno d’accordo, ma si tratta ormai di una conoscenza acquisita, non di una semplice opinione.

Vi sono poi tante altre diete, dalla Tisanoreica alla dieta del Gruppo sanguigno, passando per tante altre, tutte però con una serie di lati oscuri che dovrebbero far riflettere. Vi sono poi le diete vegane e vegetariane, ma queste più che diete, sono uno stile di vita, una scelta radicata nel profondo di ciascuno, e su questo quindi sarebbe poco opportuno discutere.
Resta quindi la dieta Mediterranea, quella con cui, seppur inconsapevolmente, sono cresciuti  i nostri nonni, i nostri padri e noi stessi successivamente, dieta che ha cominciato a perdere colpi con l’arrivo del progresso, per così dire, ma sarebbe più opportuno dire con l’arrivo delle troppe merendine e snack di dubbia consistenza, anche se di provenienza nota.

Tutti i problemi di peso, sovrappeso, obesità, colesterolo, diabete e tanto altro, Dieta a zonahanno fatto registrate un’impennata non indifferente con l’arrivo di questi prodotti, senza dubbio buoni di sapore, ma poco sazianti, volutamente poco sazianti, per cui uno tira l’altro, e la vita s’ingrossa sempre più, così come il conto in banca del produttore.
È quindi necessario tornare all’antico, per così dire, ai prodotti della terra, ai meravigliosi sapori di una volta, ai sani spaghetti con il pomodoro fresco e basilico, alla frutta di stagione, ai legumi, alla frutta secca, al buon bicchiere di vino rosso, insomma a tutti gli alimenti base della cucina Mediterranea, cui è sempre bene aggiungere un po’ di sana attività fisica, per ottenere così il connubio perfetto.

Seguici