Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Saltare la prima colazione Un’abitudine dannosa per il nostro cuore

Fare colazione è importante lo dimostrano nuovi studi scientifici. Chi non fa colazione è a rischio infarto

di Redazione

27 Luglio 2013





La prima colazione si rivela, ancora una volta, il cardine di un’alimentazione corretta.

La conferma arriva da una ricerca americana pubblicata sulla rivista scientifica “Circulation” che evidenzia come gli uomini che saltano la prima colazione sono maggiormente soggetti a malattie cardiache. I ricercatori dell’Havard school of public health di Boston, hanno evidenziato che esiste una correlazione fra non fare la colazione e la possibilità di essere vittima di un infarto o di altre patologie come l’obesità. Secondo gli scienziati il primo pasto della giornata ha un’importanza basilare perchè rompe il lungo digiuno notturno e fornisce l’energia per iniziare le attività quotidiane; inoltre, chi non consuma la colazione ha più possibilità di avere valori sfalsati, come per esempio il colesterolo o la pressione sanguigna.

L’indagine ha riguardato più di 26mila pazienti maschi con un’età compresa fra i 45 e gli 82 anni. I risultati hanno mostrato che chi non consuma la colazione con regolarità ha il 27% di possibilità in più di andare incontro a patologie a carico dell’apparato cardiocircolatorio rispetto a chi ha invece ha fatto colazione.

Se la popolazione maschile imparasse a non saltare la colazione, oltre a godere di una vita migliore, si ridurrebbe la spesa sanitaria con un notevole miglioramento in termini di salute.

La ricerca ha offerto la possibilità di notare che chi non fa colazione è anche più portato a seguire uno stile di vita disordinato che comprende il vizio del fumo e la sedentarietà; tutti questi fattori contribuiscono ad incrementare il rischio cardiovascolare e quindi la possibilità di avere un infarto. Inoltre, durante il riposo notturno nel nostro organismo la pressione arterioso e l’insulina si innalzano e se non si consuma la colazione si va incontro alla possibilità di sviluppare gravi patologie cardiocircolatorie.



La colazione è un pasto imprescindibile non soltanto perchè interrompe il digiuno notturno ma anche per le caratteristiche nutrizionali si ciò che si mangia. I ricercatori suggeriscono di alternare cereali integrali addizionati con frutta secca, yogurt, latte e frutta fresca.

La tendenza a non mangiare a colazione è spesso determinata dal desiderio di perdere peso; in realtà, se non si introducono calorie il metabolismo tende a rallentare ulteriormente, rendendo più difficile lo smaltimento delle calorie.
Inoltre, saltando il primo pasto della giornata ci si sente spesso stanchi e assonnati con conseguenti cali di attenzione. All’ora di pranzo poi si è molto affamati e si corre il rischio di consumare una quantità eccessiva di calorie che provocano sonnolenza e stanchezza, rendendo difficili le attività quotidiane.

Chi fa una buona colazione riesce a concentrarsi maggiormente, sente meno il bisogno di spiluccare durante la mattina e ha meno possibilità di diventare obeso. La colazione è fondamentale a qualsiasi età perchè fornisce carboidrati complessi e zuccheri che garantiscono energia subito disponibile.

Se si desidera mantenere il giusto peso si possono consumare yogurt magri, latte parzialmente scremato o vegetale, biscotti integrali e frutta di stagione. Per non eccedere con le calorie, prestiamo attenzione alle quantità di zucchero impiegate e non eccediamo con i prodotti troppo ricchi, come per esempio quelli farciti con le creme.

Leggi anche

Seguici