Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Quale costume scegliere in base al tuo corpo?

Bisogna indossare il costume giusto, anche per sentirsi perfettamente a proprio agio.

di Daniele Lisi

23 Luglio 2013

CostumiScegliere il costume giusto in base al proprio fisico fa, in molto casi, la differenza tra il fare un figurone e il passare del tutto inosservate. È ormai arrivato il momento di andare al mare anche se, per ovvie ragioni e ci si riferisce alla crisi economica, non si potranno frequentare spiagge esclusive, resort di lusso, ma il più delle volte solo la spiaggia a due passi da casa. Tuttavia, questo non vuol dire andarci con un costume poco adatto, che non metta in risalto i pregi e, in un certo senso, camuffi i difetti. Bisogna indossare il costume giusto, anche per sentirsi perfettamente a proprio agio, ma a volte la scelta è difficile. Vediamo un po’ come fare per cercare di essere a posto.

Se si ha la fortuna di avere un fisico bello snello, senza maniglie di alcun genere e senza i chiletti di troppo, la soluzione perfetta è rappresentata dal costume mini con i laccetti, in modo da mettere in mostra la mercanzia, come direbbe qualche buontempone. Se invece si preferisce il costume intero, la soluzione ideale è sceglierlo con un bello scollo sulla schiena e sgambature profonde. Optando poi per colori e fantasie forti e vivaci, in modo da farsi notare, perché alla fine è ciò che si vuole.

CostumeSe si ha un fisico un tantino abbondante, non grasso ma semplicemente formosetto, certamente molto femminile, si consiglia un costume con reggiseno a ferretto, mentre lo slip più indicato è quello a vita alta, puntando poi in questo caso su colori unici e su particolari che mettono in risalto il decolté.
Se l’altezza non è uno dei punti di forza, se in sostanza si è di piccola statura, la soluzione ideale è rappresentata da slip sgambati e fantasie di colori, così da apparire più alte di quanto non lo si sia nella realtà.

Se si ha il fisico a pera, spalle strette e fianchi larghi tanto per intenderci, in questo caso il costume ideale è il bikini, ma non con lo slip a vita bassa che allargherebbe ancor più i fianchi accorciando oltre tuto le gambe, ma uno a sgambatura media, in modo da non mettere troppo in evidenza i fianchi.
Per i colori è necessario considerare il colore della carnagione e anche il tipo di abbronzatura che alla fine si ottiene.  Carnagione chiara ma non dorata, la soluzione giusta sono i colori pastello, considerando poi che i colori che più si adattano a tale incarnato sono il grigio, il rosa e il turchese.

Se invece si è di carnagione chiara ma abbastanza dorata e in più ci si abbronza con una certa facilità, la soluzione migliore sono i colori caldi come il ruggine, il giallo e l’arancio.
Se si è di carnagione scura, si può dire che tutti i colori vanno bene, quasi senza alcuna esclusione, tuttavia quelli che mettono maggiormente in risalto sono il bianco e i colori vivaci, quali essi siano. Infine, c’è anche da dire che il Costuminero e il marrone sono colori universali, che si adattano a tutte le situazioni e che oltre tutto sono anche i più eleganti.

Queste le indicazioni di massima. È di tutta evidenza che ciascuna è libera di fare le proprie scelte, senza tenere in alcun conto questi suggerimenti, ma poi deve anche essere pronta a subirne le conseguenze. Ovviamente, niente di particolarmente preoccupante, semplicemente non si avrà un bell’aspetto, probabilmente non ci si sentirà nemmeno a proprio agio, perché ci si potrebbe sentire osservate oltre misura, non tanto per l’aspetto fisico, ma per una impressione generale decisamente non all’altezza, anche di una spiaggia di città.

Seguici