Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come superare le delusioni d’amore?

Quando un amore finisce è un po’ come se finisse il mondo, soprattutto se si è ancora innamorati e la fine è da addebitarsi tutta all’altro partner

di Daniele Lisi

19 Luglio 2013





Delusione d'amoreCome superare le delusioni d’amore? La risposta più scontata, anche se la più superficiale, potrebbe essere  stordirsi con un nuovo amore, il classico chiodo scaccia chiodo, ma in effetti non è così semplice e  non  è nemmeno la scelta migliore da fare, anzi, tutt’altro. Quando un amore finisce è un po’ come se finisse il mondo,  soprattutto se si è ancora innamorati e la fine è da addebitarsi tutta all’altro partner. Ti crolla il mondo addosso, la tristezza diventa una inquilina tenace del proprio cuore, inquilina molto difficile da sfrattare. Ogni cosa ci ricorda quello che è stato, i bei momenti, ma anche quelli meno belli che però, adesso,  perdono completamente la loro connotazione di brutto ricordo.

Sono cose che tutti sanno, che tutti o quasi tutti avranno vissuto almeno una volta nella vita, situazione dalla quale si esce con una certa difficoltà, anche se poi, all’improvviso, ci si rende conto che alla fine non  è un dramma, perché tanto, domani è un altro giorno, come diceva la bella Rossella O’Hara in Via col vento, e l’importante è che la vita continua e potrà concedere un’altra occasione.

Certo però, prima di arrivare a questa fase, ne passerà  del tempo e ne scorreranno di lacrime, ma bisogna imparare a guardare oltre e a cominciare a considerare l’altro o l’altra dei veri stupidi perché non sanno e non sapranno mai cosa si sono persi. Come per tutte le disavventure o i drammi della vita, la forza è possibile trovarla in se stessi, è il solo modo per superare i momenti difficili, quali che essi siano, perché un amico, un conoscente, alla fine potrà fare veramente ben poco per dare una mano anche perché vivrebbe il dramma in maniera molto distaccata, senza comprendere compiutamente  la sofferenza di chi si trova in una situazione del genere.



Cuore feritoE allora, dopo una fase di totale o quasi abbandono, dopo che si sono versati fiumi di lacrime, ecco che bisogna cominciare a dare spazio alla mente che deve avere il sopravvento sul cuore, sul sentimento. Certo, non si farà che pensare ai momenti belli, si avrà l’impressione di sentirne la voce per strada o di scorgerne la figura  tra la folla, ma sono solo sensazioni e nulla più, sensazioni che un po’ alla volta cominceranno a scemare, a perdere d’intensità, così da poter ritrovare un po’ di serenità.

Bisogna quindi trovarsi un altro interesse, cercare di frequentare persone nuove, anche a costo di farlo con la morte nel cuore,  perché solo dando un taglio netto al passato, a tutto ciò che può riaccendere i ricordi, è possibile  mettere la parola fine a ciò che è stato. Si dovrebbero cambiare anche le solite abitudini, cercando quindi, fin dove è possibile, di non fare le stesse cose, di non incontrare le stesse persone di sempre, insomma di affacciarsi ad una nuova vita, mettendo nel contempo una pietra sopra a quella vecchia, a ciò che è stato e più non sarà.

Evitare di buttarsi a capofitto in una nuova storia perché, anche in questo caso, ci si troverebbe inevitabilmente a fare dei paragoni, anche inconsciamente,

Nuove amicizie

Fare nuove amicizie

soprattutto se l’amore finito era quello della vita, o quello che almeno si riteneva essere tale. Fare le cose con calma, dare tempo al tempo, che poi è da sempre stata le miglior medicina per superare i momenti brutti della vita, e buttare, come suol dirsi, il cuore oltre l’ostacolo e lasciare che le cose seguano il loro corso.
Se si incontra una persona nuova per cui si comincia a nutrire un certo interesse o anche qualcosa di più, non farsi prendere dall’ansia di sostituire il vecchio con il nuovo, sarebbe il peggior sbaglio che si potrebbe mai fare, ma  dare modo al nuovo rapporto di amicizia di consolidarsi, di crescere, senza fretta, e soprattutto senza guardarsi mai indietro.

Leggi anche

Seguici