Questo sito contribuisce
all'audience di

 

In arrivo la chirurgia plastica per l’estate

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Con l’inizio della bella stagione oltre che una buona ragione per tenersi in forma, molte donne trovano anche il tempo per informarsi sugli eventi di chirurgia plastica meno invasivi. Lo scopo è naturalmente quello di apparire sempre più giovani e nascondere i segni dell’età. Sottoporsi a ...

di Redazione TuttaSalute.net

03 Luglio 2013





Con l’inizio della bella stagione oltre che una buona ragione per tenersi in forma, molte donne trovano anche il tempo per informarsi sugli eventi di chirurgia plastica meno invasivi. Lo scopo è naturalmente quello di apparire sempre più giovani e nascondere i segni dell’età. Sottoporsi a un intervento “last-minute” in vista della temuta prova costume può sembrare una decisione affrettata: tuttavia, esistono nuove tipologie di blefaroplastica molto meno invasive del passato e adatte a un piccolo “assestamento” prima dell’inizio delle vacanze. In questi casi, è sempre importante rivolgersi a un buon chirurgo plastico che sia a conoscenza delle migliori tecniche da adottare di caso in caso e che sia costantemente aggiornato sulle novità del settore.

Una delle tecniche più gettonate quest’anno è l’idrolift, presentato in occasione dell’XI Corso internazionale di Chirurgia plastica tenutosi a Napoli dal 16 al 18 maggio scorsi. In base a quanto esposto dal dottor Alfredo Borriello, Direttore dell’unità operativa di chirurgia plastica presso l’ospedale Pellegrini di Napoli, la nuova tecnica consentirebbe di modellare gli zigomi senza intervenire in maniera invasiva ma mediante infiltrazioni di acido ialuronico che consentono il mantenimento dell’effetto desiderato per almeno un anno.

Sempre relativamente alla plastica facciale, un’altra novità è quella costituita dall’utilizzo di un gel per il contorno occhi, ovvero di un filler che consente il trattamento delle occhiaie senza l’utilizzo di acqua e che garantisce l’assenza di gonfiori indesiderati grazie alla bassa pressione esercitata sui tessuti.



L’intervento è particolarmente breve: per una durata di massimo mezz’ora si può ottenere il risultato desiderato senza conseguenze fastidiose e con effetto immediato.

Bisogna però ricordare che non tutti gli interventi di chirurgia plastica sono adatti ad un’esposizione solare, e richiedono un po’ di tempo prima che la parte del corpo trattata “guarisca” completamente. Ad esempio, dopo un intervento al seno come la mastoplastica additiva è necessario aspettare almeno un mese prima di potersi esporre al sole senza le protezioni adeguate.

Un’altra tecnica che richiede un tempo di riposo di circa 30 giorni è quella del lipofilling o del laser abbinati al blefaromix: una nuova soluzione per la blefaroplastica presentata dalla dottoressa Patrizia Gilardino, chirurgo plastico laureata presso l’Università degli Studi di Milano. Questa pratica coniuga gli interventi tradizionali per il miglioramento dello sguardo con un trattamento che conferisce una luminosità ancora maggiore al volto. Come la dottoressa Gilardino, sono molti i dottori a milano che adottano le ultime novità del settore e che sono pronti a eseguire interventi… last minute, particolarmente vantaggioso per tutti coloro che hanno deciso di prendere le ferie ad agosto.

Articolo redatto da Dottori.it

Leggi anche

Seguici