Questo sito contribuisce
all'audience di

 

5 oggetti più sporchi della tavoletta del WC

Sporcizia e germi purtroppo circondano anche chi è più pulito. Esistono infatti oggetti di vita quotidiana che sono più sporchi di quanto si pensi.

di Redazione

30 Maggio 2013





Attraverso le mani veniamo a contatto con batteri e germi potenzialmente pericolosi. Per difendersi dagli oggetti più sporchi, l’unica arma possibile è lavarsi correttamente e frequentemente le mani e mantenere l’ambiente nel quale si vive e si lavora il più pulito possibile.

In genere, la sporcizia viene associata al water ma vi sono anche altri oggetti che tocchiamo ogni giorno e che sono un vero ricettacolo di virus. Con molti di questi entriamo quotidianamente in contatto, alcuni si trovano anche dentro casa nostra, basti pensare ai germi che si insinuano nelle spugnette e nel lavandino della cucina. Altrettanto sporca anche la tastiera del pc e quella del cellulare che entra in contatto con numerose superfici non sempre igieniche.

In questa lista vediamo quali s0no i 5 oggetti più sporchi della tavoletta del water e quali soluzioni adottare per non entrare in contatto con gli agenti patogeni che proliferano su queste superfici.

1 Gli interruttori della luce. Sono utilizzati più volte al giorno e non sempre chi li tocca ha le mani pulite. Il problema si aggrava se ci riferiamo a quelli presenti in luoghi frequentati da tanta gente, come per esempio gli ingressi dei condomini o gli uffici. E’ quindi fondamentale lavare bene le mani dopo aver acceso o spento a luce; inoltre, quando è possibile, si possono pulire utilizzando una soluzione disinfettante.



2 Il computer e la sua tastiera. Qui si annidano batteri e germi trasportati dalle dita ma anche causati dai residui di cibo. Secondo alcune ricerche effettuate nel Regno Unito 4 tastiere di pc, su 33 sono realmente pericolose per il benessere dell’uomo. Il consiglio è evitare di mangiare davanti al pc e pulire la tastiera con soluzioni disinfettanti. Anche in questo caso è fondamentale lavare le mani bene dopo aver utilizzato il computer.

3 La spugnetta per lavare i piatti. Sulla sua superficie sono presenti numerosi germi che proliferano grazie all’umidità. Per risolvere il problema bisogna cambiarla periodicamente; inoltre, è bene disinfettarla con frequenza immergendola in un bagno di acqua e varechina o altri battericidi.

In cucina, il problema dei batteri si ripropone anche per il piano di lavoro e per il lavello che è considerato un ricettacolo di virus e batteri. Per difendersi, è opportuno pulire regolarmente utilizzando prodotti disinfettanti, senza dimenticare l’igiene del lavello.

4 I dvd a noleggio. Questi oggetti non soltanto entrano in contatto con superfici varie ma vengono anche toccate da tante persone. La soluzione è quella di lavare accuratamente le mani ogni volta che maneggiamo dvd noleggiati ma anche automobili e altri oggetti usati da svariati utenti.

5 Il manico del carrello del supermercato. E’ stato dimostrato che si tratta di un oggetto molto sporco anche perchè non sono nè disinfettati nè puliti e vengono utilizzati da un numero svariato di persone. Questo stesso problema, si presenta anche per i carrelli presenti negli scali aeroportuali dove vengono sistemati i bagagli. Per proteggersi da infezioni e problemi di salute, è bene lavare le mani con acqua calda e sapone ogni volta che abbiamo maneggiato dei carrelli.

Leggi anche

Seguici