Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Farmaci pericolosi: attenzione al triangolo nero

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Da sempre quando si prendono medicinali, di solito si sta più attenti sia all’alimentazione, a non esporsi troppo ai raggi solari, a non abusare di bevande alcoliche ecc., ma a partire dal prossimo autunno, dovremmo stare ben attenti ad un altro fattore, un triangolino presente nel ...

di Ilaria

25 Maggio 2013





Da sempre quando si prendono medicinali, di solito si sta più attenti sia all’alimentazione, a non esporsi troppo ai raggi solari, a non abusare di bevande alcoliche ecc., ma a partire dal prossimo autunno, dovremmo stare ben attenti ad un altro fattore, un triangolino presente nel bugiardino.

Questo triangolino nero rovesciato, presente nel foglietto illustrativo indicherà di prestare la massima attenzione quando si assume il farmaco, in quanto si potrebbero verificare reazioni avverse non precedentemente segnalate. Ciò nasce dal fatto che questi farmaci hanno una disponibilità di dati riguardanti la sicurezza molto limitata.



Sia i medici, sia chi assume i farmaci deve svolgere una missione molto importante, segnalare qualsiasi reazione non presente nel bugiardino. Questa iniziativa, nasce dall’Agenzia Europea Medicinali (Ema), in conformità alla nuova procedura introdotta dall’Unione Europea.

Avete capito bene quel triangolino nero capovolto starà ad indicare tutti quei farmaci che le agenzie regolatorie devono tenere sotto controllo in quanto non sufficientemente monitorati.

Per ora nella lista nera, pubblicata sul sito dell’Ema ci sono 105 farmaci, a cui si presterà monitoraggio per 5 anni.

L’Ema si appresta a precisare che tale cautela, non indica che il farmaco non è sicuro, ma è una forma di incoraggiamento verso pazienti e sanitari a segnalare effetti indesiderati.

In linea di massima i farmaci che riporteranno il triangolino nero saranno quelli con principi attivi autorizzati in Europa a partire da gennaio 2011, ossia medicinali biologici o biosimilari o altri medicinali che potranno essere sottoposti a monitoraggio addizionale su decisione del Comitato di valutazione dei rischi per la farmacovigilanza (Prac) dell’Ema.

Sul sito dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), è presente una sezione dedicata chiamata “Segnalazione reazioni avverse”.

Fonte: lastampa.it

Leggi anche

Seguici