Questo sito contribuisce
all'audience di

 

CannaCig, la sigaretta elettronica a base di marijuana

La nuova sigaretta elettronica a base di marijuana

di Valeria Bonora

11 Maggio 2013





In Italia per adesso la Cannacig non arriverà, per ora solo negli stati dove la cannabis è legalizzata si potrà acquistare una speciale sigaretta elettronica che sostituisce il classico “spinello“.

Lanciata dalla Rapid Fire Marketing,  ha già fatto guadagnare cifre elevatissime con ricavi per il 2013 stimati attorno ai 900 milioni di dollari. Il suo costo si aggira tra i 70 e i 90 dollari circa.

La sua vendita era limitata alla California e solo per uso farmacologico, ma visto il diffondersi del consumo legale della marijuana negli Usa, la vendita si sta diffondendo molto velocemente e il 48% degli americani si dichiara favorevole.



La Cannacig si può tranquillamente trovare in Alaska, Arizona, California, Colorado, Connetticut, Delaware, DC, Hawaii, MAine, Massachusetts, Michigan, Montana, Nevada, New Jersey, New Mexico, Oregon, Rhode Island, Vermont e Washington.

Mentre è possibile averla ma è soggetta al “possibile rifiuto delle autorità locali” in Argentina, Australia, Bangladesh, Belgio, Canada, Cile, Colombia, Croazia, Repubblica Ceca, Isrlaele, Macedonia, Mexico, Olanda, Perù, Portogallo, Svizzera, Spagna e Venezuela.

Anche i Italia da qualche tempo è consentito l’uso della marijuana per curare o lenire determinate patologie.

Questo sistema di “inalatore” potrebbe eliminare il problema del fumo e delle sostanze contenute nelle cartine utilizzate per produrre le classiche “canne“, anche quelle ad uso medico.

Non si intravede ancora la possibilità di una legalizzazione in Italia, ma lo scopo della ditta è proprio quello di avvicinare i paesi all’uso legale dell’erba a scopo terapeutico.

Voi cosa ne pensate? Potrebbe essere una soluzione l’uso della sigaretta elettronica per inalare la “terapia” a base di marijuana, o potrebbe servire solo a portare alla legalizzazione di una droga leggera?

Leggi anche

Seguici