Questo sito contribuisce
all'audience di

 

5 consigli da seguire per combattere la ritenzione idrica

La ritenzione idrica un problema che colpisce sempre più persone ecco come curarlo

di Redazione

29 Aprile 2013





A preoccupare le donne, non vi è soltanto la cellulite ma anche la ritenzione idrica, ossia la tendenza di accumulare acqua che genera antiestetici e fastidiosi gonfiori. La lotta alla ritenzione idrica può essere vinta da un’alimentazione sana e da tanto movimento; con l’arrivo della bella stagione, avere la meglio su questa inestetismo è ancora più facile perchè si può approfittare di benefiche passeggiate in riva al mare.

Vediamo insieme cinque consigli da seguire per combattere la ritenzione idrica.

1 Bere almeno due litri di acqua al giorno. E’ importante scegliere quelle naturali che contengono poco sodio; prestiamo attenzione al ph che dovrebbe arrivare attorno a 7. L’acqua può essere accompagnate da tisane, camomilla e te, specialmente quello verde; inoltre, si possono consumare tisane drenanti, come quelle a base di finocchio, o depurative. L’acqua facilità la depurazione non soltanto dei liquidi in eccesso ma anche delle scorie.

Diminuire la quantità di sale utilizzato. Cerchiamo di sostituire il sodio con erbe e spezie aromatiche come menta, timo, peperoncino e zenzero; inoltre, possiamo condire con succo di limone e aceto di vino. Il sale si trova anche nei cibi già pronti, per esempio nei dadi, negli alimenti in scatola e in alcuni snack. Il consiglio è quello di leggere con attenzione le etichette e di cercare di ridurre, volta per volta, il consumo di sale. Per abituarsi, sono sufficienti pochi giorni.



3 Preferire alimenti in grado di depurare e di eliminare le tossine. Questa funzione può essere svolta soprattutto da verdura fresca e di stagione cotta in maniera semplice e con pochi grassi. Inoltre, è fondamentale la frutta perchè è ricca di sali minerali ma anche acqua e fibre. Fra la frutta, scegliamo quella che contiene vitamina C, come agrumi, e quella che aiuta la diuresi come le ciliegie e le fragole. Inoltre, è bene ridurre il consumo di caffè, di alcolici, super alcolici e bevande gassate e zuccherate che apportano una quantità importante di calorie. Per combattere la ritenzione idrica, prediligiamo i cereali non raffinati, perchè hanno una percentuale più alta di fibre; le fibre sono indispensabili per l’attività intestinale ma anche per favorire il senso di sazietà.

Praticare attività fisica in maniera costante. Bisognerebbe dedicare all’allenamento almeno 40 minuti ogni giorno. Durante l’estate è possibile camminare sulla riva del mare, facendo in modo che l’acqua arrivi ai polpacci. Fra gli sport più consigliati la corsa, lo yoga e le varie discipline che si praticano in acqua e la bicicletta. Se si è costretti per lunghe nella stessa posizione, è bene cercare di sgranchirsi le gambe per favorire la circolazione.

5 Dedicarsi delle sedute in una Spa o alle terme, dove poter beneficiare di acque dagli effetti drenanti. Inoltre, la ritenzione idrica si può combattere ricorrendo ai massaggi che vengono eseguiti presso i centri di bellezza. Per smaltire i liquidi in eccesso, si può provare sia la sauna che il bagno turco. Inoltre, si possono fare massaggi con creme e prodotti specifici da acquistare in erboristeria o profumeria; in commercio si ha a disposizione una varietà piuttosto ampia di prodotti naturali, come per esempio i fanghi.

Leggi anche

Seguici