Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come esser pronti alla prova costume senza fare diete

La prova costume, il momento della verità si avvicina, ed è quindi necessario non farsi prendere alla sprovvista.

di Daniele Lisi

18 Aprile 2013





prova costumeLa prova costume, il momento della verità si avvicina, ed è quindi necessario non farsi prendere alla sprovvista.  È la prova solitamente più temuta, ma questo non vuol dire che bisogna farsi prendere dall’ansia, come capita ad alcune persone, perché il tempo per  rimettere le cose a posto o almeno per limitare i danni c’è, anche perché la bella stagione sembra ancora latitare, anche se in questi giorni sembra che finalmente la primavera voglia finalmente farsi vedere. Il rischio è che si passi, quasi per incanto, dall’inverno all’estate, con una primavera fugace, e quindi è necessario darsi da fare.

La prima cosa che viene in mente a tutti, uomini e donne, perché si è tutti un po’ esibizionisti, è quella di affrontare una dieta di quelle toste, in grado di far perdere peso rapidamente, ma con buona pace di chi le raccomanda, di norma non è la soluzione migliore, ovviamente salvo quei casi in cui non vi sono alternative. Una dieta drastica, iperproteica o iper qualche altra cosa, anche se spesso funziona, nasconde sempre delle insidie, dato che nel lungo periodo potrebbe essere foriera di problemi di non poco conto.

Inoltre, queste diete mettono al  primo posto tra gli alimenti da assumere quelli iperproteici, solitamente la carne che, come ormai tutti sanno, rappresenta un serio rischio cancerogeno, per cui andrebbe consumata non più di 4-5 volte al mese. E allora come uscirne, come fare a risolvere il problema? La soluzione non è difficile,  o per lo meno non lo è per la maggioranza delle situazioni, perché basterebbe semplicemente, come primo passo, dare una rivisitata alla solita dieta di tutti i giorni, la dieta mediterranea tanto per intenderci, che già si potrebbero gettare le basi per ottenere dei buoni risultati.



JoggingInoltre, eliminare solo gli alimenti che sono i maggiori responsabili dell’incremento di peso corporeo, quali i tanti snack, cibi precotti, merendine e tutti quegli altri alimenti che di naturale hanno veramente ben poco. Ma ovviamente questo non basta, perché poi è necessario dedicare un po’ di tempo al benessere del corpo, quindi ad una attività fisica di tipo aerobico, quella che più di ogni altra fa perdere peso, scegliendo tra jogging, cyclette, nuoto e marcia, le attività fisiche più indicate. Naturalmente, ciascuno può scegliere in base alle proprie preferenze, anche tenendo conto dei costi da affrontare che, per la corsa e la marcia, si limitano per lo più all’acquisto di un paio di scarpette adatte, indispensabili per non incorrere in qualche incidente che potrebbe essere ben più che un semplice fastidio.

Correre, o marciare, quindi è la cosa più semplice da fare, ma l’importante è farlo con costanza, praticamente tutti i giorni, per 40-50 minuti al giorno. Ovviamente, quale che sia l’attività fisica scelta, è necessario prima chiedere il nullaosta al proprio medico perché, se non in buone condizioni di salute, la cosa potrebbe risultare pericolosa.  Correre o marciare, non fa solo perdere peso, ma  fa bene all’ossigenazione, riduce il colesterolo, previene il diabete, migliora la funzionalità cardiaca e intestinale, riduce lo stress, insomma è un vero toccasana, per cui è nella maggior parte dei casi la scelta giusta. Naturalmente, scegliere un circuito adatto, lontano dal traffico, preferibilmente il parco cittadino o in riva al mare.

A questa attività fisica di tipo aerobico, o cardiovascolare, sarebbe opportuno affiancare anche degli esercizi di tipo anaerobico, per tonificare la massa muscolare, esercizi da fare per una quindicina di minuti, almeno 3-4 volte a Esercizi fisicisettimana. Una volta che la massa muscolare avrà preso il sopravvento sulla massa grassa, anche il metabolismo potrà giovarne in quanto, come tutti ben sanno, i muscoli consumano maggior energia rispetto alla massa grassa anche a riposo e questo farà risvegliare un metabolismo un po’ pigro.
Ultima raccomandazione, bere molta acqua non gassata per evitare il gonfiore intestinale e procedere, sia nella corsa che nella marcia, per gradi, senza mai chiedere al proprio organismo più di quanto sia in grado di dare.

Leggi anche

Seguici