Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Mal di primavera, 7 consigli per evitare i malanni di stagione

E' primavera, cambia la stagione, è necessario curare i malanni tipici.Come fare? Ci sono Soluzioni semplici? Certamente, eccole

di Redazione

08 Aprile 2013





Nel nostro Paese si stima che una persona su sei soffra a causa delle allergie primaverili, determinate da pollini e dalla fioritura delle piante. Si tratta di un problema sempre più diffuso che non risparmia neanche i bambini che, sembra, stiano diventando sempre più allergici e soggetti a patologie come l’asma.

sintomi delle allergie in genere comprendono lacrimazione, sternuti, tosse e fastidiose riniti. Oltre ai raffreddori da fieno, la bella stagione porta con sè anche il mal di primavera, caratterizzato da astenia e sonnolenza.

Vi segnaliamo 7 consigli per evitare i malanni di stagione:

1 Gli allergici dovrebbero evitare di stare all’aria aperta durante le giornate particolarmente ventose; inoltre, è bene lavarsi i capelli e cambiarsi gli abiti dopo che si è stati in campagna. All’arrivo della primavera, è bene indossare gli occhiali da sole e, durante i viaggi in macchina, chiudere i finestrini.

2 Nei casi in cui i raffreddori allergici siano particolarmente gravi, è bene rivolgersi ad un medico allergologo che potrà prescrivere delle analisi e un’adeguata cura.



3 Per combattere il mal di primavera, caratterizzato da ansia, nervosismo e malumore si può dedicare più tempo all‘esercizio fisico. Andare a correre, iscriversi in piscina o ad un corso di yoga, aiuta a migliorare l’umore e a ritrovare la serenità.

4 Seguire una dieta equilibrata, ricca di frutta fresca e verdura di stagione. Inoltre, bisogna introdurre la giusta quantità di proteine e grassi, in particolari quelli provenienti dal pesce, dall’olio extra vergine d’oliva e dalla frutta secca.

5 La primavera è il momento ideale per purificarsi e depurarsi; è possibile sfruttare le verdure amare come carciofi e cicorie. Inoltre, è fondamentale bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno.

6 E’ necessario dormire almeno sette ore per notte, cercando di stabilire degli orari regolari per andare a letto ed alzarsi.

7 L’ultimo consiglio è quello di armarsi pazienza e aspettare che i sintomi si attenuino. Coloro i quali seguono una terapia per combattere la meteoropatia, possono chiedere al medico di modificare la somministrazione dei farmaci in base ai nuovi sintomi.

Leggi anche

Seguici