Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sofia avrà la seconda infusione, parla la mamma della bimba

Dopo l'ok del ministro Balduzzi e dell'Aifa per continuare le infusioni di cellule staminali alla piccola Sofia, parla la mamma della bimba.

di Raffaela

12 Marzo 2013

La storia della piccola Sofia, affetta da leucodistrofia metacromatica, ha fatto il giro del web in poco tempo, richiamando l’attenzione e la solidarietà di tantissimi che si sono mossi affinchè venisse permesso alla bimba di sottoporsi ad un’altra iniezione di cellule staminali trattate con il metodo del professor Davide Vannoni.

L’ok da parte del Ministro Balduzzi prima e dell’Aifa poi è arrivato, smuovendo un vento di speranza ed ottimismo. La famiglia è ora in attesa di essere chiamata per recarsi agli Spedali Civili di Brescia, dove la seconda infusione le verrà somministrata.

Intervistata da Tgcom24, la mamma di Sofia dice: “Già entro oggi potrebbe arrivare la data della convocazione, massimo entro fine settimana. Abbiamo preparato le valigie e domani potremmo portare Sofia a Brescia. La trasporteremo in auto: la malattia attacca il sistema nervoso centrale e la bambina ha il terrore dell’ambulanza”.

La donna spiega anche perché è così importante proseguire con il metodo Vannoni. Sofia, infatti prima di questa cura a base di staminali, “era paralizzata, sottopeso, continuava a vomitare, aveva la febbre e convulsioni, non rispondeva a nessun farmaco, non aveva una normale attività intestinale, in vari momenti della giornata era rigidissima e in preda alla paura. Dopo circa un mese dalla prima infusione di cellule staminali i sintomi sono regrediti”.

Questo metodo è piuttosto controverso e soggetto ad alcune critiche, ma la mamma della bimba dice:

Le cure di Vannoni non hanno, almeno per ora, effetti collaterali su Sofia e hanno prodotto miglioramenti che altri medici hanno potuto verificare e certificare”.

La mamma di Sofia ringrazia poi tutti coloro che hanno contribuito a velocizzare questa controversa battaglia e dice:

Ringrazio Adriano Celentano, Claudia Mori, la signora Gina Lollobrigida e Leonardo Pieraccioni e le migliaia di persone che seguono la pagina Facebook”.

Seguici