Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Cellule staminali del cordone ombelicale: ecco quando si sono rivelate importanti

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Televisioni e giornali di tutto il mondo riportano spesso notizie che riguardano la conservazione delle cellule staminali. Dibattiti, casi di successo, progressi della ricerca: le informazioni e le notizie tra cui scegliere sono moltissime. Oggi abbiamo scelto di riportare tre buone notizie, tre notizie di miglioramenti, ...

di Redazione TuttaSalute.net

21 Febbraio 2013





Televisioni e giornali di tutto il mondo riportano spesso notizie che riguardano la conservazione delle cellule staminali. Dibattiti, casi di successo, progressi della ricerca: le informazioni e le notizie tra cui scegliere sono moltissime. Oggi abbiamo scelto di riportare tre buone notizie, tre notizie di miglioramenti, progressi, di passi avanti contro la malattia.

Come la storia di Madeline Conner e della sua mamma Stephanie. Già prima della nascita della piccola Madeline, Stephanie era stata avvertita dai medici: a causa di un virus la piccola sarebbe potuta nascere con gravi danni agli organi interni o senza le facoltà della vista o dell’udito. Alla nascita della piccola, mamma Stephanie fu quasi sollevata nel constatare che solo una delle tre nefaste previsioni dei medici si era avverata: Madeline era affetta da perdita dell’udito neuro sensoriale. Ad oggi la piccola si sta sottoponendo a infusioni di cellule staminali prelevate alla sua nascita dal suo cordone ombelicale e conservate, un trattamento che, a detta ella madre, sta già dando i primi frutti e producendo grossi miglioramenti. I medici, seppur prudenti poiché si tratta di una terapia sperimentale, confermano: il trattamento potrebbe veramente “riparare” i danni all’udito della piccola1.



Come Madeline, anche Ricky Martinez ha sperimentato dei miglioramenti a seguito di un trapianto autologo di cellule staminali del cordone ombelicale. Il giovanotto, dieci anni, è affetto da anemia falciforme, una patologia che costringe a frequenti trasfusioni e che per lungo tempo lo ha costretto alla degenza in ospedale. Dopo il trapianto di cellule staminali, però, Ricky è migliorato e ha potuto lasciare l’ospedale. Le trasfusioni di cui ha bisogno sono ora meno frequenti e l’obiettivo dei medici, se i suoi progressi continueranno, è quello di sospenderle del tutto. Victor Wang, il medico in forze presso il reparto di ematologia che ha ospitato Ricky, ha confermato: il conto dei globuli bianchi si è stabilizzato2.

Infine, citiamo il caso di Sparrow Morris: una bimba nata perfettamente sana della Louisiana che, rimasta senza ossigeno alcuni minuti a seguito di una caduta in piscina, ha riportato danni cerebrali. La piccola è stata sottoposta a infusione di cellule staminali prelevate dal suo cordone ombelicale al momento della nascita e conservate dalla famiglia. La sua mamma e il suo papà hanno dichiarato di avere notato dei miglioramenti nella sua capacità di parlare e di muoversi già alcuni giorni dopo l’intervento3.

Tre buone notizie. Tre esempi di come le cellule staminali del cordone ombelicale possono rivelarsi importanti per la salute di un bambino.

Per maggiori informazioni sulle potenzialità terapeutiche delle cellule staminali scarica la guida gratuita: clicca qui

Note

1 La notizia è stata ripresa da numerosi media americani. Clicca qui per vedere un servizio televisivo che include una

intervista alla mamma di Madeline e alcune riprese video della bambina.

2 L’intervento è stato effettuato nel maggio 2012 al Children’s Hospital Orange County, in California.

3 La notizia è stata ripresa dalla nota emittente americana Fox News. Clicca qui per leggere l’articolo.

Leggi anche

Seguici