Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come scegliere i jeans più adatti al tuo fisico

Ovviamente, oltre che in base alla figura di ciascuno, il jeans va scelto anche in base all’utilizzo.

di Daniele Lisi

08 Febbraio 2013





jeansIl jeans, se vogliamo il capo di abbigliamento che più di tutti, dalla sua comparsa, ha cambiato il modo di vestire degli italiani, e non solo, visto che il jeans è un capo universale, che non conosce confini, che ormai viene prodotto in ogni dove, anche a costi irrisori. È  il capo di abbigliamento più comodo e più sportivo, che si adatta anche a situazioni in cui è richiesto un look mediamente elegante, visto che  riesce ad unire in un solo capo praticità, eleganza, sportività, classicità e altro ancora. Quindi, si tratta senza dubbio del capo preferito, di quello che si indossa più volentieri degli altri, in particolar modo in estate dato che unisce freschezza e resistenza. Con il jeans si può andare ovunque, senza preoccuparsi di danneggiarli più di tanto, perché sono quasi indistruttibili.

Ecco quindi che nasce l’esigenza di scegliere il capo giusto, quello adatto alla circostanza ma, soprattutto, quello più adatto alla propria figura, al proprio corpo, in modo da poterlo indossare in tutta tranquillità, senza per questo dover rinunciare alla sua comodità e praticità. Perché, e questa se vogliamo è una regola che vale per tutti i capi di abbigliamento, bisogna scegliere il jeans adatto al proprio fisico, alla statura, alle forme, perché nella maggior parte dei casi questi pantaloni sono più stretti degli altri, calzano come un guanto, per cui non a tutti possono stare bene.
Ma vediamo nello specifico come bisogna regolarsi nella scelta del jeans in base alla conformazione fisica.

JeansSe si è alte, o anche alti ovviamente, anche se questi suggerimenti, diciamo cos’, si adattano per lo più al mondo femminile, la soluzione migliore è quella rappresentata da un jeans con un buon cavallo, una sorta di via di mezzo tra basso e alto, anche se più tendente in su,  cercando al tempo stesso una linea slim, sottile, che aderisca bene e che dia maggior risalto alla statura alta. In pratica un capo del genere è l’ideale per dare la sensazione della seconda pelle, cosa che rende ancor più attraenti e sexy, proprio perché mette in risalto la siluette.



Al contrario, se si è di bassa statura, un jeans con un cavallo basso è certamente più indicato, in quanto aiuta a valorizzare  le misure certamente non eccezionali. Scegliere anche in questo caso un modello dalle linee dritte, in grado di slanciare, in modo  da sembrare pia alte di quanto son lo si è nella realtà.

Per chi invece indossa una taglia abbondante, perché di misure generose,  la soluzione migliore è rappresentata dal jeans Boot Cut, il solo ad adattarsi perfettamente alle forme che non sono certo slanciate e sottili. Inoltre, il taglio leggermente svasato ha l’effetto di slanciare la gamba e di dare al lato B un aspetto decisamente attraente. Da evitare, di contro, in assoluto i modelli troppo stretti perchè, oltre a mettere in evidenza quei cuscinetti che tanti grattacapi danno con la loro presenza,  potrebbe strozzare ancor più la figura, cosa che è sempre meglio evitare.

Ovviamente, oltre che in base alla figura di ciascuno, il jeans va scelto anche in base all’utilizzo, alla circostanza in cui verrà indossato. Se per tutti i giorni, è jeans elegantebene scegliere un modello comodo, anche se non troppo, altrimenti si potrebbe correre il rischio di avere un aspetto un po’ trasandato, e che al tempo stesso sia in grado di fasciare con una certa discrezione. Un jeans troppo stretto da indossare per l’intera giornata diventa una sorta di supplizio, perché limita ovviamente i movimenti.
Per il tempo libero, invece, la parola d’ordine è comodità praticità e al tempo stesso eleganza, quindi cercare un capo che ben si adatti alla figura, senza tuttavia essere opprimente. L’importante, oltre ad apparire, è stare bene anche con se stessi.

Leggi anche

Seguici