Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Quattro donne morte per la pillola anticoncezionale

Quatto casi di donne morte a causa della pillola anticoncezionale, la paura dilaga.

di Valeria Bonora

29 Gennaio 2013

Un’altra pillola anticoncezionale è posta sotto i riflettori dopo che 4 donne sono morte in Francia a causa di quest0 farmaco.

La pillola è la Diane 35, un farmaco nato come trattamento contro l’acne, e solo in seguito adattato, impropriamente, a farmaco anticoncezionale. Diane è in vendita sul mercato farmaceutico dal 1987 e la sua composizione contiene ormoni di sintesi (estrogeni e un derivato de progesterone) che hanno un effetto contraccettivo. Nonostante questo, è stato più volte chiarito che il farmaco non deve essere utilizzato come una normale pillola anticoncezionale.

Dopo la Yasmine che ha fatto tanto parlare per gli effetti collaterali negativi adesso anche la Diane 35 è portata alla gogna e sempre più donne decidono di non farne più uso, alcune per evitare di perdere il controllo sul proprio corpo e sul proprio stato d’animo, gli ormoni fanno effetti strani come per esempio abbassare la libido o far venire improvvise crisi di pianto, ma sembra che il problema con questo tipo di pillole sia decisamente più grave.

Qualche giorno fa il quotidiano francese Le Figaro aveva pubblicato online una serie di dati legati alla maggiore mortalità di chi faceva uso del farmaco, tra cui sette decessi per trombosi venosa. Quattro di essi, sarebbero chiaramente legati al

l’uso di Diane 35.

Inoltre sono stati pubblicati anche parti di un documento redatto dal CHU di Brest che studia i casi di 550 donne di età compresa tra i 15 e i 45 anni, che dal 1998 al 2012 sono state ricoverate per trombosi, problemi vascolari cerebrali ed embolie polmonari. Su 55o donne, 155 facevano uso di una pillola contraccettiva.

Il ministro francese della Sanità, Marisol Touraine, ha dichiarato che se i casi riportati dovessero aumentare di numero, si potrebbe procedere a una limitazione nella prescrizione dei trattamenti anticoncezionali.

E la Bayer, produttrice della pillola incriminata, risponde così alle accuse: il rischio della formazione di trombi sanguigni legati all’assunzione di Diane 35 era “conosciuto e chiaramente indicata nel foglietto illustrativo” e che il trattamento non doveva essere prescritto in casi diversi dall’acne, e sempre “nel rispetto di eventuali controindicazioni”.

In Italia la pillola in questione é disponibile previa prescrizione sotto i marchi di Diane 35, Minerva e nella versione non di marca sotto il nome di Ciproterone acetato / Etinilestradiolo.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!

Seguici