Come funziona la Dieta Dash, la più seguita negli USA

Dash, la nuova dieta made in America promette di far perdere peso e non essere più ipertesi. Questa nuova dieta non è restrittiva ed è sicuramente da provare.

di Redazione

21 Gennaio 2013

La dieta Dash è il regime alimentare più seguito in America dagli inizi dell’anno. La fortuna della dieta Dash è legata al fatto di riuscire a coniugare perdita di peso, effetti positivi sulla salute e poche restrizioni. Si tratta di un piano alimentare elaborato negli anni 1990 ma che si è diffuso soltanto negli ultimi tempi.

Il termine Dash, è l’acronimo di dietary approaches to stop hypertension che, con un gioco di parole, si rifà al termine utilizzato in cucina per indicare ” un poco, un pizzico”. Infatti, questa dieta non bandisce alcuni alimenti ma punta sull’importanza di ridurre le porzioni.

La dieta Dash è stato messa a punto da alcuni studiosi americani che l’hanno pensata per aiutare le persone affette da grave ipertensione e la National institutes of health la adottò anche per i pazienti affetti da alti valori di colesterolo. Nel piano alimentare Dash sono concessi tutti gli alimenti, compresi i dolci e la carne rossa, mentre bisogna tenere sotto controllo il sale che è il principale responsabile dell’aumento dei valori della pressione sanguigna. La dieta Dash, prevede un piano giornaliero di 2mila calorie che, in sole due settimana, riesce a garantire un abbassamento della pressione sanguigna.

Gli studi hanno dimostrato che questo regime è in grado di limitare le possibilità di subire un infarto, abbassa la resistenza insulinica, previene il diabete ed è meno frustrante rispetto ad altre diete. Le buone notizie non sono terminate, infatti secondo i ricercatori americani, potrebbe avere anche delle ripercussioni positive nella lotta all’osteoporosi e potrebbe prevenire alcuni tipi di tumori. La dieta Dash, elaborata per combattere l’ipertensione si è rivelata ottima anche per chi desidera perdere peso mangiando di tutto.

I consigli generali della Dash sono quelli di incrementare i consumi di verdura, frutta e latticini riducendo il sale e limitando i dolci e le carni rosse. Si prevede che si introduca una porzione di frutta secca due volte al giorno, mentre i latticini magri o scremati dovrebbero essere consumati tre volte al giorno. L’alimentazione quotidiana deve essere maggiormente basata su cereali, come la pasta ed il riso e sui legumi.

Il quantitativo giornaliero di carne suggerito è di 170 grammi; meglio limitare i condimenti come il burro e la margarina. Meglio sostituire le merendine e gli spezza fame troppo ricchi di grassi e calorie con alimenti più salutari come yogurt magro o frutta, verdura cruda. Il successo di questo regime si basa sulla riduzione delle porzioni e sull’aumento del consumo di verdura e frutta. La carne magra, il pesce e il pollame possono essere consumati nella misura di sei porzioni al giorno; i dolci sono previsti per un massimo di cinque volte a settimana.

Prima di intraprendere la dieta Dash, è necessario chiedere consiglio al proprio medico ed effettuare un controllo generale del proprio stato di salute. Come tutti i piani tesi al calo ponderale, anche la dieta Dash sortisce veramente degli effetti duraturi se abbinata a del moto fisico.



Grazie ad Alleanza Assicurazioni, potrai ricevere gratuitamente uno di questi quattro volumi. Ti basterà inserire i tuoi dati personali e lo riceverai in formato ebook insieme ad una consulenza gratuita e personalizzata sulle esigenze di protezione della tua famiglia.

Clicca qui per ricevere il tuo ebook gratuito!

Seguici