Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Combattiamo l’influenza con un pieno di verdura e frutta

Un modo semplice per combattere l'influenza con efficacia partendo dall'alimentazione

di Redazione

19 Gennaio 2013





La natura, anche durante la stagione fredda, ci riserva tanti tipi di verdure e di frutta. Secondo la tradizione popolare a Gennaio, ed esattamente per San Sebastiano, cioè il 20, “la neve cade piano piano”. Per combattere il freddo e le malattie da raffreddamento, prepariamo calde zuppe e approfittiamo delle vitamine contenute nella frutta di stagione.

Questo periodo al mercato facciamo scorta di crucifere come i cavolfiori e i broccoli che possiamo preparare semplicemente sbollentati ma anche come ingrediente per zuppe e minestroni; sono verdure ricche di sali minerali ma anche di vitamine, come quella B1. Non dimentichiamo le verze, il cavolo cappuccio e i carciofi che ci aiutano a depurare il fegato e ad rifornirci di salutare ferro; possiamo utilizzarli affettati molto fini per creare deliziose insalate miste oppure possono essere saltati in padello o impiegati per condire paste e riso.

Acquistiamo i drenanti finocchi, da consumare crudi o cotti, il sedano, il radicchio e la zucca gialla. A Gennaio si trovano anche i porri che possono essere utilizzati per le minestre o per speciali frittate e il sedano rapa; quest’ultimo si può mangiare fritto, nei minestroni oppure crudo in insalata.

La frutta di questo gelidi mesi, comprende gli agrumi ma anche i kiwi, i cachi e le mele. Queste ultime possono essere gialle, rosse, croccanti o  squisite come le “annurca”; questi frutti hanno alti livelli di potassio, magnesio, vitamina A e fibre. Grazie al loro potere saziante, sono utili per raggiungere velocemente il senso di sazietà, sono in grado di prevenire le patologie a carico dell‘apparato cardiovascolare e di tenere sotto controllo il livello di colesterolo nel sangue. I kiwi, coltivati anche in Italia, sviluppano poche calorie e possiedono vitamina E, fibre e potassio; inoltre, favoriscono il transito intestinale, soprattutto quando vengono consumati maturi e a stomaco vuoto.



Le arance possiedono non soltanto la nota vitamina C ma anche flavonoidi, antiossidanti e vitamine del gruppo A e B. Il succo di arancia è anche un valido aiuto per la nostra bellezza, infatti ci aiuta a proteggere la cute e ad avere unghie e capelli in salute. Inoltre, il succo d’arancia può essere mescolato con quello di mezzo limone; otterremo una bevanda benefica e ricca di vitamine, a patto che si beva appena pronta. Possiamo anche unire il succo di pompelmo e di melagrana.

Naturalmente, il consiglio è quello di acquistare frutta di provenienza nazionale e, quando è possibile, a chilometri zero e da agricoltura biologica o da lotta integrata. I prodotti stagionali sono più ricchi di virtù, più saporiti e soprattutto meno costosi.

La stagione fredda, è ideale per consumare la frutta secca; certamente vi sono ancora noci, mandorle, nocciole o fichi secchi che sono avanzati dal periodo festivo. Possono costituire un ottimo e nutriente spuntino pomeridiano oppure possono essere mischiati ai cereali o allo yogurt per la colazione del mattino. Se invece desiderate un dolce nutriente e genuino, è possibile utilizzare la frutta secca per torte e biscotti. Anche le castagne sono alleate della nostra salute, infatti contengono vitamine B1, B2 , proteine e acido folico; inoltre, la loro fibra favorisce l’abbassamento del colesterolo nel sangue e ci aiuta a migliorare l’attività intestinale.

Leggi anche

Seguici