Questo sito contribuisce
all'audience di

 

La dieta dell’acqua

Una delle diete più semplici da seguire? quella dell'acqua. Ecco come farla

di Redazione

11 Gennaio 2013





Subito dopo le feste, il numero delle persone che decide di seguire un regime dietetico per riacquistare la forma fisica in previsione della prova costume è piuttosto alto.

Fra le diete più seguite, una delle più popolari è quella dell’acqua; si tratta di un regime ideato degli Stati Uniti negli anni 1940 e mira non soltanto al dimagrimento ma anche a restituire un corpo più tonico e drenato.

Prima di iniziare la dieta dell’acqua è bene sottolineare che si tratta di un regime ipocalorico da non seguire per più di una settimana, La dieta dell’acqua, infatti non è in grado di garantire tutti gli elementi nutrizionali di cui abbiamo bisogno e non è adatta a chi soffre di disturbi renali o di altre patologie. Per evitare problemi di salute, è bene effettuare dei controlli medici e, in caso di sovrappeso, chiedere un consulto presso un medico dietologo.

La dieta dell’acqua prevede che gli alimenti si condiscano a crudo con l’olio extra vergine d’oliva e che si eviti il consumo di latte, formaggi, patate,e bevande zuccherate e caffè. Di fondamentale importanza bere molta acqua naturale e tisane depurative; si consigliano almeno otto bicchieri di acqua ogni giorno. Con questa alimentazione si assumono circa 1400 calorie al giorno. Vediamola giorno per giorno.

Lunedì: a colazione uno yogurt magro e un frutto di stagione. A pranzo 50 grammi di ricotta vaccina e un’insalata con soia, radicchio, carote e sedano. A metà pomeriggio una mela e a cena 60 grammi di pasta con zucchine; per completare della verdura al vapore, come dei finocchi.



Martedì:  a colazione un frullato di frutta fresca e tre barrette ai cereali; a pranzo 250 grammi di spigola cotta al vapore, una fetta biscottata e un’insalata di lattuga. A metà pomeriggio due fettine di ananas fresco e a cena 60 grammi di riso alle verdure, seguito da un’insalata.

Mercoledì: a colazione una spremuta d’arancia, cereali e una tazza di tè verde; a pranzo 100 grammi di tofu condito con salsa di soia e un’insalata con lattuga, cetrioli e cipolle. A metà pomeriggio due gallette integrali e una tazza di tisana depurante o del tè verde; a cena 60 grammi di pasta integrale condita con peperoncino, aglio e olio; a seguire carciofi cotti al vapore.

Giovedì : a colazione uno yogurt magro e due fette biscottate integrali e un frutto di stagione; a pranzo un trancio di salmone, un‘insalata con carote, lattuga e cetrioli e tre grissini integrali. A metà pomeriggio uno yogurt magro e a cena 60 grammi di pane, 50 grammi di tofu e un passato di verdure.

Venerdì: a colazione quattro gallette di riso con una spremuta di pompelmo e una tazza di tè verde; a pranzo due fette di pane integrale con un’insalata mista. A metà pomeriggio una mela e a cena 60 grammi di riso con la trevisana, due gallette di riso e un cavolfiore cotto al vapore.

Sabato: a colazione un frullato di kiwi e banana e una tazza di tè verde; a pranzo due fette di pane integrale ed un’insalata con carote, soia, due uova sode e radicchio. A metà pomeriggio uno yogurt magro e a cena 80 grammi di pasta al pesto, due gallette di riso e fagiolini cotti al vapore.

Domenica: a colazione uno yogurt magro; a pranzo due gallette di riso, 150 grammi di insalata di mare e pinzimonio di verdure. A metà pomeriggio una mela e a cena 80 grammi di orecchiette condite con cime di rapa; per contorno 50 grammi di tofu e 300 di porri gratinati.

 

 

Leggi anche

Seguici