Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come dimagrire senza dieta

E' veramente possibile dimagrire senza dieta? Come è possibile? Eppure le ricerche scientifiche sono riuscite a dimostrare anche questo

di Redazione

04 Gennaio 2013





 È possibile dimagrire senza rinunciare a tutto? La dieta è l’unico modo per dimagrire?

Perdere peso anche senza seguire una dieta è possibile. Lo riferisce una ricerca inglese pubblicata sulla rivista scientifica British medical journal. I ricercatori dell’Università dell’Est Anglia hanno analizzato il risultati di studi scientifici che hanno osservato il comportamento alimentare di 77mila persone, bambini compresi; in totale sono state studiate ben 33 ricerche, condotte in precedenza. Sono state prese in considerazione persone che non seguivano una dieta e che si alimentavano secondo le loro preferenze; analizzando il tipo di pietanze consumate, si è arrivati alla conclusione che i soggetti che evitavano i cibi troppo grassi erano riusciti a dimagrire. Il calo di peso, si è verificato quindi, in persone che non hanno effettuato una dieta restrittiva. Il dimagrimento è stato riscontrato in tutti i pazienti che hanno optato per latticini magri e latte scremato, limitando i condimenti come il burro e consumando pochi dolci e cibi fritti.

Seguendo un’alimentazione con pochi grassi, la perdita ponderale si è attestata ad 1.6 chilogrammi e l’addome è calato di cinque centimetri; inoltre, si è ridotto anche il livello del colesterolo LDL, noto come colesterolo cattivo. Questo dimagrimento ha portato con sé anche un abbassamento della pressione sanguigna e della massa corporea; tutti parametri fondamentali per mantenersi in salute ed evitare lo sviluppo delle malattie metaboliche o dei tumori. Limitare i grassi ed in particolare quelli saturi, come il burro e lo strutto, senza però abolirli facilita la perdita di peso che viene mantenuta nel tempo, aiutandoci anche a prevenire l’insorgenza di altre malattie.



Bisogna sottolineare che i pazienti non hanno riacquistato i chili persi, neanche dopo anni; infatti sono stati tenuti in osservazione per sette anni, senza ringrassare.

Questo significa che scegliere una dieta con pochi grassi consente di ottenere risultati duraturi; in questo modo si evita l’effetto “yo-yo” tipico della maggioranza delle diete. Di solito, infatti si perde peso per poi riacquistarlo, magari con gli interessi, appena si smette di seguire il regime ipocalorico; questo alternarsi di dimagrimenti e ripresa di peso è nocivo per la nostra salute e anche per la nostra cute.

Lo studio inglese, è un’ottima notizia utile per contrastare la diffusione dell’obesità non soltanto negli adulti ma anche fra i bambini. L’organizzazione mondiale della sanità, ha diramato dei dati alquanto gravi: ogni anno 17milioni di persone vengono uccise dalle malattie cardiovascolari e dai carcinomi che, come abbiamo detto, sono strettamente correlate con il sovrappeso. Anche in Europa, cresce il numero di persone, bambini compresi, che hanno problemi con la bilancia; più della metà degli abitanti del vecchio continente lottano con i chili di troppo.

La ricerca inglese è riuscita ad evidenziare una verità che troppo spesso fugge, cioè si può dimagrire anche senza diete snervanti e ossessive. E’ sufficiente prestare attenzione ai prodotti che acquistiamo, privilegiando cibi leggeri a ridotto contenuto di grassi. Inoltre, limitare le porzioni di pietanze fritte, molto condite e dolci ci aiuta a debellare il colesterolo cattivo, a ripristinare i corretti valori della pressione sanguigna e a ritrovare un aspetto fisico migliore.

Leggi anche

Seguici