Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Il mangostano ovvero il succo della salute

Uno speciale frutto della salute: il Mangostano. Ne hai mai sentito parlare? Un frutto meraviglioso che fa bene al fisico e all'anima

di Redazione

18 Dicembre 2012





Il Mangostano è un frutto che indubbiamente sta facendo parlare di sè. Il mangostano (nome scientifico Garcinia Mangostana L.) è un tipico frutto tropicale di molti paesi del sud-est asiatico e anche di Australia e Isole Hawaii, un frutto ormai utilizzato anche nel mondo occidentale sia nel campo della gastronomia che della salute.

La Garcinia Mangostana  si raccoglie da luglio a settembre nel periodo immediatamente precedente alla maturazione. Ha un sapore molto gradevole, ma soprattutto è una fonte unica di preziose sostanze e principi attivi naturali . Le proprietà del mangostano dovrebbero essere presenti soprattutto nella scorza che si presenta di colore viola; la polpa invece è di colore chiaro ed è suddivisa in spicchi.

Dal mangostano si ricava un succo che è considerato ricco di virtù benefiche per la salute umana, tanto da essere  noto anche come “succo della salute”, che  come sapore, colore e consistenza assomiglia al succo di pera, anche se meno dolce. Il mangostano, è molto impiegato nella medicina tradizionale del mondo orientale; in particolare, è utilizzata per curare la febbre, disordini gastrointestinali ed infiammazioni. In realtà esso  è ricco di elementi vitaminici e minerali fondamentali per l’organismo e il mantenimento della salute quali: calcio, ferro, fosforo, potassio, vitamine B2, B6, vitamina C e l’importantissima vitamina B1.

E’ un frutto quasi sconosciuto in Italia, ma che potrebbe rivelarsi un ottimo rimedio per prevenire malattie cardiache diabete nei pazienti obesi. A dirlo è uno studio pubblicato sul Nutrition Journal, che ha rilevato come il succo del “superfrutto” esotico sia in grado di ridurre i livelli della proteina C-reattiva  , i cui valori aumentano in presenza di una infezione o di uno stato infiammatorio. Riducendo il rischio di infiammazioni attraverso l`assunzione di mangostano, i ricercatori ritengono sia possibile ridurre il rischio di effetti collaterali nelle persone obese, non ultime le malattie del metabolismo e quelle cardiocircolatorie.



Gli elevati contenuti di principi dalle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, hanno portato la ricerca scientifica a interessarsi e a studiare a fondo questo frutto delizioso già dallo scorso secolo.

Oggi alcuni ricercatori sostengono che potrebbe essere un valido aiuto per la cura di patologie gravi come i carcinomi. La bevanda che dovrebbe prevenire decine di malattie è però finita recentemente nel mirino dell’antitrust che è intervenuta per sanzionare una ditta produttrice di succo di mangostano, poiché si reclamizzava il prodotto come se lo stesso avesse delle proprietà curative paragonabili a quelle dei farmaci.

Nella scorza, o nel esocarpo, del mangostano si trova un’alta percentuale di xanthones, cioè di composti che si è pensato potessero avere un’azione positiva per la lotta ai tumori, ma in realtà, nessuno studio scientifico ha dimostrato che questo piccolo frutto sia in grado di guarire i pazienti ammalati di tumore. La scienza medica ha sempre sottolineato che si tratta di un succo naturale ma non di un prodotto medicinale, a cui il Ministero della Salute Italiano ha riconosciuto la sua qualità di  antiossidante ed oggi è utilizzato soprattutto da chi pratica sport. Importante  sapere che questo prodotto non è indicato a coloro i quali soffrano di insufficienza renale o di problemi ai reni.

Leggi anche

Seguici