Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Smettere di fumare fa passare il mal di schiena

Mal di schiena? C'è un nesso tra smettere di fumare ed il mal di schiena? Sembrerebbe così. Un mistero svelato dalla scienza

di Redazione

16 Dicembre 2012





I motivi per smettere di fumare sono innumerevoli, come pure si conoscono perfettamente quali sono i rischi del vizio del fumo. Di questi giorni la notizia che anche il mal di schiena potrebbe avere origine dalle “bionde”.

Il mal di schiena è un tormentoso dolore per una fetta molto ampia della popolazione. Il dolore alla schiena può essere causato da posture errate o da lavori faticosi; in altri casi, il mal di schiena è dovuto da problemi alla colonna e da cattivi stili di vita come il fumare.

Da una ricerca americana, eseguita dall’Università di Rochester, dipartimento di ortopedia, è emerso che tutti i volontari che soffrivano di mal di schiena e hanno smesso di fumare, hanno avuto maggiori benefici. La ricerca  ha incrociato i dati fra i volontari che accusavano mal di schiena e fumavano e coloro che accusavano mal di schiena ma hanno smesso. Tutti avevano dolore alla schiena, ma anche sciatalgia, ernie o fastidi alla gamba. Alcuni dei pazienti aveva anche subito delle operazioni chirurgiche; i volontari sono stati intervistati per sapere chi fumasse e chi no. Già da questo primo passo, si è evidenziato che i non fumatori o gli ex tabagisti avessero meno fastidi rispetto all’altro gruppo. Per la misurazione dell’intensità del dolore, i ricercatori hanno utilizzato la scala analogica VAS.



I ricercatori, hanno suddiviso i pazienti in due gruppi: chi aveva smesso o fumava e chi non aveva mai avuto il vizio delle bionde. Il risultato, è stato favorevole per i volontari che non fumavano. I pazienti che durante gli otto mesi di studio e di cura hanno smesso di fumare hanno effettivamente avuto dei giovamenti ed hanno registrato un miglioramento clinico. Al contrario, le persone che hanno continuato ad essere tabagisti, non hanno migliorato la loro condizione.

Questo risultato va a sostenere la tesi che, smettere di fumare, apporti numerosi benefici alla salute, non da ultimo il liberarsi dal fastidioso mal di schiena. Il progetto di questa ricerca, è nato per dimostrare quanto il fumo sia influente in casi di dolore cronico. Da questo studio è emerso che coloro i quali sono riusciti a migliore maggiormente sono i pazienti che non hanno mai fumato, seguiti a ruota da chi è un ex tabagista e poi da chi ha interrotto col vizio del fumo durante gli otto mesi di cura.

I problemi alla colonna, possono trasformarsi in patologie invalidanti o in grado di peggiorare significativamente la vita, rendendo alquanto difficile svolgere le normali attività quotidiane, come il lavorare. I medici americani sostengono che le possibilità di guarire siano inferiori per i pazienti che fumano e per questo hanno proposto che i pazienti affetti da dolori alla colonna vertebrale che siano anche fumatori, possano a partecipare a programmi specifici che li aiutino a liberarsi dal tabagismo.

Questa notizia, si aggiunge a tutte le altre motivazioni che suggeriscono quanto sia benefico smettere di fumare; non solo si abbassa la possibilità di contrarre malattie a carico dell’apparato cardiocircolatorio ma, anche quelle di ammalarsi di patologie gravi come i carcinomi. In particolare, i tumori più frequenti, per chi fuma, sono quelli che colpiscono i polmoni, il cavo orale, il pancreas e l’esofago.

 

Leggi anche

Seguici