Questo sito contribuisce
all'audience di

 

La dieta del giorno dopo, dopo le grandi abbuffate

feste, pranzi e grandi abbuffate? dopo che si festeggia è necessario tornare in forma, ecco come fare

di Redazione

11 Dicembre 2012





In alcuni periodi dell’anno, si susseguono pranzi e cene luculliani che sono un vero attentato alla nostra silouette e alla nostra digestione.

Lasagne, arrosti e dolci sono accompagnati da liquori e spumanti che il giorno dopo ci fanno sentire ingolfati e gonfi. La soluzione esiste; è  possibile concedersi uno strappo alla regola, basta che il giorno seguente si segua una dieta purificante. Cercare di  depurarsi e mangiare meno, aiuta non solo a non ingrassare ma anche a far sì che i nostri organi si possano riprendere dopo un periodo di super lavoro.

Il giorno dopo un’abbuffata, è meglio evitare di mangiare troppo; meglio cercare di limitare le calorie e di fare il pieno di vitamine, cercando di ridurre l’utilizzo del sale.

Per aiutare il nostro stomaco a riprendersi dai cibi troppo calorici, il giorno dopo seguiamo un piano alimentare equilibrato e leggero. La mattina, appena svegli, beviamo un bicchiere di acqua tiepida o a temperatura naturale; a seguire possiamo assumere tè, caffè poco zuccherati e qualche fetta biscottate. In alternativa, possiamo consumare uno yogurt bianco magro e dei cereali, magari integrali.

metà mattina, concedetevi uno spuntino con un frutto fresco di stagione oppure uno yogurt magro. Per pranzo, andrà benissimo del riso da condire con poco olio e delle verdure cotte e crude come contorno. I finocchi sono ottimi coadiuvanti nel processo di purificazione. A metà pomeriggio, fate la merenda con un frutto fresco oppure con una spremuta fresca o uno yogurt magro. La cena può essere a base di zuppe o minestre, preparate con verdure di stagione; potete abbinare un’insalata mista e del pane. Prima di andare a letto, sorseggiate una tisana calda depurativa o rilassante.



La dieta non deve essere prolungata e può essere seguita soltanto dopo un controllo medico. Per mantenere i risultati raggiunti, è consigliabile bere almeno un litro e mezzo di acqua naturale al giorno e praticare del movimento. E’ sufficiente fare una camminata di trenta minuti al giorno.

Per  migliorare i risultati della nostra dieta purificante, è molto importante masticare ogni boccone a lungo; in questo modo facilitiamo la digestione e siamo indotti a mangiare meno, perché raggiungiamo prima la sazietà. Assaporiamo per bene tutti i cibi, senza distrarci o farci prendere dalla fretta. Inoltre, per riuscire a placare la fame e ridurre la quantità di calorie ingerite, possiamo iniziare il pasto con delle verdure o con una minestra. In generale, è bene evitare salse ed intingoli e ridurre i grassi utilizzati; sempre meglio condire a crudo con poco olio extra vergine d’oliva.

Saltare i pasti è dannoso e non fa dimagrire, perché l’organismo è indotto a rallentare ulteriormente la propria attività. Meglio mangiare poco ma spesso, incrementando le porzioni di verdura e di frutta fresca; è anche necessario ridurre la quantità di cibi impanati, prefritti e troppo ricchi di zuccheri e sale.

Bisogna prestare attenzione anche all’alcol e ai super alcolici, perché sono piuttosto calorici; le bibite gassate e zuccherate dovrebbero essere limitate a favore di succhi freschi o centrifugati.

Inoltre, è bene non diventare schiavi della dieta, quanto piuttosto riuscire a seguire uno stile di vita più attivo e sano.

Leggi anche

Seguici