Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Stanchezza invernale, 5 tecniche infallibili per sconfiggerla

Dopo il pieno del vigore delle lunghe giornate estive, si comincia pian piano a perdere colpi.

di Daniele Lisi

27 Novembre 2012





StanchezzaStanchezza invernale, un inconveniente con cui bisogna inevitabilmente fare i conti. Dopo il pieno del vigore delle lunghe giornate estive, si comincia pian piano a perdere colpi. La colpa le sempre meno numerose ore di luce  che mettono n difficoltà l’orologio biologico, l’orologio circadiano, che come ormai tutti sanno, risente molto della luce, tanto da condizionare seriamente il  normale ciclo sonno-veglia.  Questo sia per il fatto che le giornate si accorciano che per la luminosità ambientale ridotta per colpa di un cielo spesso più grigio. Del resto, è il normale andamento stagionale e non è certamente possibile fermarlo.  Quindi, ecco che arriva la stanchezza, un senso generale di affaticamento e anche un po’ di depressione, anche se questa è una parola grossa che mal si attaglia al problema contingente.

Come fare a superare la difficoltà del periodo visto inoltre che le ore di luce saranno sempre meno numerose e tocca aspettare gennaio prima che le giornate comincino nuovamente ad allungarsi, dapprima un poco alla volta, e poi con passi sempre più lunghi. Bisogna cercare di godere il più possibile delle ore di luce disponibili, illuminando nel modo migliore le stanze nelle quali si è solito soggiornare e uscire all’aria aperta con maggior frequenza, approfittando delle giornate di bel tempo.

L’alimentazione è anch’essa importante, perché stando più frequentemente al chiuso, si mangiucchia con maggior frequenza  a tutte le ore, con la Sana alimentazioneconseguenza di non alimentarsi in maniera corretta e quindi con il rischio di soffrire di carenze di vitamine e minerali. Quindi, bisogna porre molta attenzione all’alimentazione che deve essere sempre ricca di frutta e verdura,  particolarmente ricche di vitamina C e di minerali, evitare di consumare alimenti troppo ricchi di grassi, preferendo quindi il pesce alla carne e sostituendo i normali farinacei con quelli integrali. Inoltre, può essere molto utile consumare alimenti ricchi di triptofano, il precursore della serotonina, la molecola del benessere e del buonumore, di cui sono particolarmente ricchi i cereali, carote, cavoli, banane, noci, spinaci e altro ancora.



La stanchezza invernale dipende dal fatto che, come spesso accade, si pratica meno attività fisica, vuoi per il fatto che le giornate si sono accorciate, vuoi per il tempo che è sicuramente meno clemente rispetto ai mesi precedenti, vuoi perché in sostanza è passata la voglia. Invece, è proprio in questo periodo che bisognerebbe  fare più esercizio fisico, perché questo contribuisce ad un benessere maggiore per tutto l’organismo. Praticare i soliti 25-30 minuti la giorni di corsa, jogging o semplice camminata a passo svelto, aiuta a mantenere il fisico in perfetta forma, perché grazie al movimento, l’organismo produce varie sostanze, tra cui dopamina, endorfine e serotonina che generano uno stato di benessere psicofisico che impedisce alla stanchezza invernale di fare la sua comparsa.

Se praticare una certa attività fisica è, in genere, altamente consigliato, in inverno diventa addirittura obbligatorio, perché  è il solo modo certo per mantenersi in forma. Inoltre, deve rappresentare un piacere e non un obbligo, altrimenti come tutte le cose imposte, diventerebbe ben presto invisa e  verrebbe sospesa in breve tempo.
Le opzioni sono diverse; oltre al solito jogging o alla camminata, se il tempo non lo consente, si può praticare della cyclette, o andare in palestra per Joggingcorrere sul tapis roulant, o anche solo praticare degli esercizi aerobici in casa, in tutti i casi l’importante è fare movimento tutti i giorni e, se lo si vuole, il modo per farlo lo si trova, anche  a osto di andare su e giù per le scale del proprio condominio per una ventina di minuti al giorno.

Con questi piccoli e semplici accorgimenti, ovvero un po’ di movimento, una alimentazione corretta e la giusta quantità di luce, cui è possibile anche aggiungere un bel massaggio e all’occorrenza qualche integratore, è possibile evitare quella stanchezza invernale che è una scomoda compagna con la quale è come minimo antipatico convivere.

Leggi anche

Seguici