Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Sclerosi Multipla, un aiuto arriva dalla nanotecnologia

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Un aiuto per i malati di sclerosi multipla potrebbe arrivare dalla nanotecnologia. Secondo uno studio della Northwestern University sembra che un tipo di nanoparticella biodegradabile potrebbe essere in grado di trasportare un antigene che permetta al sistema immunitario di scampare agli attacchi di mielina, processo alla base ...

di Piera Scalise

19 Novembre 2012





SclerosiUn aiuto per i malati di sclerosi multipla potrebbe arrivare dalla nanotecnologia.

Secondo uno studio della Northwestern University sembra che un tipo di nanoparticella biodegradabile potrebbe essere in grado di trasportare un antigene che permetta al sistema immunitario di scampare agli attacchi di mielina, processo alla base della sclerosi multipla.



Lo studio, pubblicato sulla rivista Nature Biotechnology, spiega come la nuova tecnica possa essere utile per molte malattie autoimmuni incluso il diabete di tipo 1 ma anche le allergie alimentari e l’asma.

Il nuovo metodo permette all’intero sistema immunitario di non essere completamente soppresso e le nanoparticelle vengono attaccate all’antigene mielinico. Dopo le iniezioni, il sistema immunitario smetteva di riconoscere la mielina come estranea.

La nanoparticella, che ha ottenuto l’approvazione dell’Fda, è composta di un acido lattico e acido glicolico.

Non ci resta altro che attendere che lo studio si sviluppi per capire quanto e come agirà sui malati.

Leggi anche

Seguici