Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come diventare immortali, la formula esiste

Non morire mai è qualcosa che piace a tutti, l'immortabiltà è un sogno che affascina ma come poterlo realizzare?

di Redazione

17 Novembre 2012

Vivere a lungo e in buona salute è possibile. La dimostrazione che si può diventare immortali proviene dagli studi recentemente condotti ad Ikaria, un’isola dell’Egeo. Ad Ikaria la percentuale di abitanti che arrivano ad festeggiare un secolo sono tantissimi.Ll’isola è una delle cinque “zone blu”, cioè uno dei posti dove si vive più di cento anni; le altre “zone blu” sono l’Ogliastra, in Sardegna, Loma Linda, in California, l’isola di Okinawa, in Giappone e la penisola di Nicoya, in Nicaragua.

Lo studio sugli abitanti di Ikaria, è stato condotto da alcuni ricercatori, fra i quali Gianni Pes che si è occupato anche del caso Ogliastra.

Lo scienziato italiano spiega che in Ogliastra, la percentuale di centenari riguarda soprattutto i maschi. La spiegazione è legata allo stile di vita attivo, al dover camminare su terreni scoscesi e i lunghi percorsi eseguiti per arrivare sul posto di lavoro.

A questi elementi, si devono sommare la mancanza di stress e un’alimentazione sana. 

Gianni Pes, ricercatore presso l’Università di Sassari, ha evidenziato che ci sono alcuni elementi comuni fra l’Ogliastra e Ikaria; questi sono lo stile di vita, l’alimentazione e un territorio caratterizzato appunto da salite e discese.

Sull’isola di Ikaria gli studiosi hanno intervistato gli anziani, indagando sull’alimentazione seguita e sullo stile di vita; nell’isoletta greca si mangiano prodotti genuini come il latte di capra, le patate e le minestre di lenticchie; si utilizzano molte piante aromatiche come il finocchio e la salvia.

Inoltre, lo stress è ridotto al minimo e al pomeriggio il riposino è d’obbligo.

La dieta dei centenari di Ikaria, prevede pesce, olio extra vergine d’oliva, legumi, frutta e poco caffè; un’alimentazione che rispetta la dieta mediterranea, considerata una delle migliora al mondo.

Sulla longevità, il DNA ha un’influenza piuttosto bassa che si attesta tra il 20 e il 25%. Il segreto dunque sta nel condurre una vita attiva, mangiare in maniera equilibrata proteggendosi dallo stress.

Seguici