Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Intossicazione da funghi: i consigli per prevenirle

Dal Ministero della Salute arriva una guida per prevenire le intossicazione da funghi e riconoscere quelli velenosi

di Raffaela

26 Ottobre 2012





Con l’arrivo dell’autunno inizia la raccolta dei funghi, spesso accompagnata da intossicazioni anche mortali. Ecco perché segnaliamo una guida del Ministero della Salute: “I funghi: Guida alla prevenzione delle intossicazioni”, a cura della dottoressa Francesca Assisi, del Centro Antiveleni di Milano.

Vediamo i piccoli consigli da tenere a mente per evitare intossicazioni da funghi.

1. Non consumare funghi non controllati da un vero micologo

2. Consumare quantità moderate

3. Non somministrare ai bambini

4. Non ingerire in gravidanza



5. Consumare solo in perfetto stato di conservazione

6. Consumare i funghi ben cotti e masticare correttamente

7. Sbollentare i funghi prima del congelamento e consumarli entro 6 mesi

8. Non consumare funghi raccolti lungo le strade, vicino a centri industriali e coltivati (pesticidi)

9. Non regalare i funghi raccolti, se non controllati da un micologo professionista

10. Attenzione ai funghi sottolio, nei quali si può sviluppare la tossina botulinica

Se, dopo aver ingerito dei funghi, iniziate ad avere qualche disturbo la prima cosa da fare è rivolgersi ad un medico. Può essere utile conservare i residui di pulizia dei funghi, così che un micologo possa analizzarli e risalire alla specie che ha causato l’intossicazione.

I criteri per sospettare un’intossicazione sono: ingestione di funghi non controllati, vomito e diarrea anche dopo 24 ore dal consumo, sindrome gastro-enterica dopo l’ingestione.

Per leggere la guida completa, davvero molto interessante, andate su questo link.

Leggi anche

Seguici