Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Tumore al seno: le protesi ostacolano la diagnosi

Uno studio dimostra che le protesi al seno possono ostacolare e ritardare la diagnosi di tumore al seno

di Raffaela

25 Settembre 2012





Diagnosticare un tumore alla mammella può diventare più difficile per le donne che hanno protesi al seno. La notizia arriva dal Canada, dove un gruppo di studiosi ha lavorato ad una ricerca, i cui risultati sono stati pubblicati sulla rivista “The Sun”.



Lo studio ha coinvolto 40mila donne con protesi, di cui 409 con tumore al seno. Dai dati raccolti, sembra che le protesi ostacolino la visualizzazione delle eventuali masse tumorali, con una probabilità di individuare la malattia del 30% in meno rispetto alle donne senza protesi.

Il problema è che le protesi sono radiopache e  possono ostacolare la visualizzazione del tessuto durante una mammografia, come spiegato dai ricercatori. Ecco perché si invitano le pazienti con protesi al seno che si devono sottoporre ad uno screening, di informare il medico a riguardo.

Data l’importanza di una diagnosi precoce in termini di sopravvivenza alla malattia, i risultati di questa ricerca fanno riflettere e preoccupare, tanto che il Regno Unito esorta a far partire nuovi e più approfonditi studi.

 

Leggi anche

Seguici