Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Ipertensione nei bambini, attenzione al sale nelle pappe

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Signore mamme attente all’alimentazione dei vostri figli perchè anche loro sono a rischio ipertensione. Non sto parlando di bambini e adolescenti ma anche di neonati che hanno a che fare con lo svezzamento. Anche le prime pappette possono causare problemi al loro organismo e quindi sarà meglio ...

di Piera Scalise

19 Settembre 2012





Signore mamme attente all’alimentazione dei vostri figli perchè anche loro sono a rischio ipertensione.

Non sto parlando di bambini e adolescenti ma anche di neonati che hanno a che fare con lo svezzamento. Anche le prime pappette possono causare problemi al loro organismo e quindi sarà meglio seguire la prima regola dei pediatri:  niente sale aggiunto nelle loro pietanze.



Spesso e volentieri, però, non è così e i genitori fanno mangiare ai propri figli le stesse cose che mangiano loro e questo significa mangiare salato. Uno studio americano, però, condanna questa scelta.

E’ anche vero che se i genitori mangiassero sano non ci sarebbe nessun problema ma secondo lo studio, pubblicato dalla rivista Pediatrics, sembra che i bambini che consumano sale sin da piccoli sono a rischio di pressione alta (e tutto ciò che ne consegue) tanto quanto gli adulti.

I ricercatori americani dei centri nazionali per il controllo delle malattie  hanno tenuto sotto controllo oltre 6200 giovani con età tra gli 8 e i 18 anni ed hanno evidenziato subito che gli intervistati consumavano, in media, 3,387 mg di sale al dì rispetto ai 2,3 mg consigliati.

Leggi anche

Seguici